Palazzo Di Vetro DON EMMERT:AFP:Getty Images
World Student Forum

1000 studenti all'Onu: saranno i diplomatici del futuro

6 Marzo Mar 2017 1624 06 marzo 2017
  • ...

Il progetto ha visto la partecipazione di ragazzi provenienti dai licei e dagli istituti tecnici italiani ed europei. Il Gruppo bancario Iccrea che ha sponsorizzato il progetto Imum in Italia, ha sostenuto con due borse di studio la partecipazione dei figli dei dipendenti alla sessione finale a New York al palazzo delle Nazioni Unite

C’erano anche molti ragazzi provenienti da licei e istituti tecnici italiani ed europei tra i mille studenti che hanno partecipato al progetto Gcmun 2017 (Global Citizens Model United Nations), un’iniziativa organizzata dallo staff internazionale del World Students Forum che si è chiuso da pochi giorni. A inizio febbraio i giovani italiani avevano partecipato ai lavori dell’Imun (Italian Model United Nations). Gli studenti coinvolti, oltre 4.000 in tutta Italia, hanno provato l'esperienza di ricoprire il ruolo di Ambasciatore di uno degli Stati membri delle Nazioni Unite, indossando i panni di Delegato nelle assemblee dell'Onu e delle più importanti organizzazioni internazionali per una settimana.

Il Gruppo bancario Iccrea, unica azienda privata in Italia che ha sposato la filosofia dell’iniziativa, ha sponsorizzato la partecipazione dei figli dei propri dipendenti al progetto Imun, mettendo a disposizione 2 borse di studio per partecipare ai lavori diplomatici a New York per un valore complessivo di 5mila euro. I Best Delegate che si sono contraddistinti sono stati Tommaso Pietro Monastier e Leonardo Geraci, che hanno visto premiato l'entusiasmo, la grinta e l'impegno del loro lavoro con l’opportunità di volare nella città della “Grande Mela”. La cerimonia conclusiva si è svolta all'interno del Palazzo di vetro delle Nazioni Unite, dove uno dei due Best Delegate del Gruppo Iccrea, Tommaso, ha ottenuto anche lì la Honorable Mention, risultato di particolare merito poiché conseguito sulla base della profonda conoscenza di una lingua straniera, l’inglese, applicata al dibattito e alla mediazione.

«La nostra collaborazione con questa iniziativa ci rende orgogliosi di poter dare un importante contributo ai giovani studenti che vogliono mettersi in gioco con temi così importanti e sfidanti come la diplomazia internazionale», ha detto Marco Vernieri, responsabile Risorse Umane del Gruppo. «In questo senso, il Gruppo bancario Iccrea vuole stimolare i giovani, e soprattutto i figli dei dipendenti del Gruppo, ad aprire i propri orizzonti e a crescere sotto il profilo della gestione delle relazioni, anche con persone che provengono da Paesi diversi e in contesti culturalmente validi come quello del progetto GCMUN».

In apertura foto di Don Emmert/Afp/Getty Images