Paolo Di Bari Route Naz Agesci
Agesci

Con il 5 per mille una Route nazionale green

7 Aprile Apr 2017 1530 07 aprile 2017
  • ...

Con parte dei fondi ottenuti per l’annualità 2011 si sono potute sostenere le scelte fatte per un evento a impatto ambientale minimo che si è tenuto nell’agosto 2014 nel Parco regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli di Pisa

Come racconta il numero di aprile di Vita il 5 per mille ha permesso a tante realtà di crescere e di moltiplicare le potenzialità di azione. Le ha anche aiutate a realizzare progetti interessanti e importanti. Uno degli esempi è quanto ha potuto realizzare l’Agesci (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani).

Dal 1° agosto al 10 agosto 2014 si è svolta la Route nazionale della Branca Rover e Scolte (ragazzi e ragazze dai 16 ai 21 anni) Agesci.
L’Associazione ha scommesso sul tema del “Coraggio”. Il protagonismo dei giovani è stato il tratto distintivo di tutto il cammino. L’evento si è svolto in due momenti distinti che facevano, in realtà, parte di una progettazione di un cammino unico e comunitario.
La prima parte si è svolta, dal 1° al 6 agosto, in tutte le regioni italiane: i 30mila partecipanti, infatti, suddivisi in comunità gemellate provenienti da regioni diverse, hanno vissuto l'esperienza del fare strada insieme, con occasioni di condivisione, nello stile dell'essenzialità. Il secondo momento si è svolto dal 7 al 10 agosto nel Parco regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli di Pisa: una “città delle Tende”, seppur provvisoria, costruita riservando attenzione massima all'ambiente ospitante.

Questo progetto ha richiesto, come è immaginabile, un percorso molto impegnativo per l’associazione sia a livello di preparazione di contenuti, sia economico. Una parte dell’ammontare del 5 per mille relativo all’annualità 2011 (il totale era di 240.747,99 euro) è stato destinato alla realizzazione di questo storico momento associativo nel suo complesso, il terzo nella vita dell’Associazione (gli altri due incontri risalgono al 1975 e al 1986).

Una parte della somma, infatti, è stata destinata alla Route nazionale, in maggior misura al sostegno di scelte, mirate alla progettazione di un evento a impatto minimo sull’ambiente circostante, preferendo fornitori etici.
Aziende, quindi, anche accorte alla responsabilità sociale e con certificazioni di qualità dei propri processi gestionali. Scelte mirate hanno consentito di garantire la raccolta differenziata e l’uso di saponi totalmente biodegradabili.

In apertura un'immagine della Route nazionale Agesci - Foto di Paolo Di Bari

Contenuti correlati