Pio Trivulzio
Bilanci

In due anni il Pat ha ridotto le perdite del 43%

3 Maggio Mag 2017 1648 03 maggio 2017
  • ...

Approvato dal Consiglio di indirizzo degli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio il bilancio 2016. Secondo il presidente Maurizio Carrara i risultati conseguiti «contribuiscono a ridare credibilità a un’istituzione storica del welfare milanese agli occhi dell’intera città»

Abbattute le perdite del 43% in due anni. È quanto emerge dall’ultimo bilancio approvato dal Consiglio di Indirizzo dell’Asp Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio presieduto da Maurizio Carrara. Il bilancio 2016 presentato dal Direttore Generale Claudio Sileo registra un utile di 29,9 milioni di euro a seguito della plusvalenza straordinaria generatasi in particolare con la vendita dello stabile di via Spiga, 5 a Milano.
In una nota si sottolinea inoltre che la gestione ordinaria ha conseguito un ulteriore, importante abbattimento del deficit che si è ridotto di 2,385 milioni di euro, passando dagli 8,992 milioni di euro del 2015 a 6,607 milioni di euro del 2016.

Complessivamente la riduzione del deficit della gestione ordinaria conseguita nei soli 2 anni di competenza dell’attuale amministrazione è risultata di 4,925 milioni di euro, pari al 43% del deficit di 11,532 milioni di euro del 2014.
I ricavi complessivi sono stati di 88,836 contro i 90,836 milioni di euro del 2015, in leggero calo a seguito della cessazione dell’attività della Rsa di via Pindaro.
Analizzando l’andamento dei ricavi, al netto dell’effetto Pindaro, - continua la nota del Pat - si evidenzia un aumento della produzione rispetto al 2015 di circa 780mila euro. E ciò è avvenuto grazie alla buon andamento del fatturato della gestione caratteristica che nel complesso ha fatto raggiungere e superare il valore previsto dal budget aziendale.

I costi, in particolare per la diminuzione del ricorso alle cooperative e per la diminuzione dei costi per acquisti, evidenziano una netta contrazione, nel complesso pari al 4,34% rispetto al 2015. L'aumento dei ricavi e la riduzione dei costi ha consentito di avere un "primo margine" (Ricavi – Costi variabili) in attivo di circa 1,195 milioni di euro, risultato indicatore del netto miglioramento nella gestione corrente: l'ultimo primo margine attivo risale a ben 10 anni fa, nel 2006 e di valore comunque molto inferiore.

Come ha spiegato Claudio Sileo, direttore generale degli Istituti Milanesi Martinitt e Stelline e Pio Albergo Trivulzio : «Gli importanti risultati conseguiti nella gestione ordinaria, sul versante del controllo e del contenimento dei costi, con il contemporaneo aumento e miglioramento complessivo delle prestazioni, sono il frutto di un condiviso gioco di squadra e di assunzione di responsabilità da parte delle persone che qui lavorano quotidianamente. Possiamo, tuttavia, ancora migliorare complessivamente l’efficienza dell’organizzazione e la qualità dell'assistenza, ne sono certo, e ne daremo conferma raggiungendo gli ambiziosi obiettivi che ci siamo dati anche per il 2017».

«I sorprendenti risultati conseguiti nel 2015 e nel 2016, sotto la Direzione di Claudio Sileo, prima come Commissario Straordinario e poi come Direttore Generale, con il pieno sostegno delle decisioni assunte dal Consiglio di Indirizzo, hanno un valore importante non solo di tipo economico. Contribuiscono, infatti, a ridare credibilità a un’istituzione storica del welfare milanese agli occhi dell’intera città», ha aggiunto Maurizio Carrara, presidente del Comitato di Indirizzo. «Credibilità che è una delle condizioni necessarie per il suo rilancio e affermare anche la vicinanza delle Istituzioni di riferimento, Comune di Milano e Regione Lombardia, nella definizione delle azioni per un risanamento completo e stabile del Pat».

Contenuti correlati