Mugello Circuit 1
Sostenibilità

Economia circolare in «gara» al GP del Mugello

22 Maggio Mag 2017 1526 22 maggio 2017
  • ...

Al Gran Premio di Motociclismo sul circuito italiano il 2-4 giugno, si terrà infatti la quinta edizione di KiSS Mugello Keep it Shiny and Sustainabile, il programma per la promozione della sostenibilità coordinato dal 2014 dalla B Corp milanese Right Hub

Sarà una gara anche di sostenibilità e in particolare di economia circolare, a colpi di raccolta differenziata, riciclo, lotta allo spreco di cibo. Al Gran Premio di Motociclismo del Mugello, il 2-4 giugno, si terrà infatti la quinta edizione di KiSS Mugello Keep it Shiny and Sustainabile, il programma per la promozione della sostenibilità che l’Autodromo del Mugello ha attivato dal 2013, primo al mondo a farlo. E che negli anni è diventato un modello per altri circuiti, in Italia (a settembre al Gran Premio di San Marino si terrà la seconda edizione di KiSS Misano) e nel mondo.

Coordinato anche quest’anno dalla B Corp milanese Right Hub, KiSS Mugello guarda in primo luogo a fans e spettatori, ma anche ai team, ai piloti e a tutti coloro che ruotano intorno al grande evento sportivo. Il messaggio che vuole veicolare è che anche all’interno di questi appuntamenti la sostenibilità può e anzi deve essere di casa. Certi comportamenti acquisiti nella vita quotidiana, a cominciare appunto da una corretta raccolta differenziata di carta, plastica, vetro, umido (ci sarà anche quella delle pile usate), non si devono abbandonare quando si indossa il cappellino da fan. Anzi, i grandi eventi sportivi possono rappresentare una cassa di risonanza incredibilmente efficace per affermarli come comportamenti collettivi virtuosi.

In termini di riduzione dell’impatto ambientale dell’evento (in tre giorni fra le colline del Mugello si muovono 200mila persone), quest’anno si punta a superare il 40% di raccolta differenziata raggiunto nel 2016. Grazie anche al coinvolgimento dei principali Consorzi Nazionali di riciclo e recupero imballaggi. E sulla base della raccolta differenziata del week-end, verrà organizzata una raccolta fondi a favore della Fondazione Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze. Gli spettatori, oltre a conferire correttamente i rifiuti nelle isole ecologiche all’interno dell’impianto, verranno anche incentivati alla mobilità sostenibile (ad esempio il car pooling) e a utilizzare per dissetarsi non bottigliette di plastica ma gli erogatori di acqua potabile posti lungo il circuito. Verrà anche celebrato, con leggero anticipo, il World Environment Day, che cade quest’anno il 5 giugno.

Diverse le realtà della cooperazione sociale coinvolte nel programma, ad esempio nella fornitura degli arredi eco-sostenibili con cui saranno allestiti gli info-desk di KiSS Mugello nell’area paddock e in quella spettatori. Ci sarà una pit walk solidale per ragazzi disabili di organizzazioni non profit locali, che potranno visitare i box dei team. E nell’ottica della lotta allo spreco di cibo, ci sarà la raccolta delle eccedenze alimentari (poi donate a organizzazioni non profit del territorio) dagli hospitality di diversi team.

KiSS Mugello si avvale di un sito web e di canali social network dedicati (su Twitter e Facebook) sui quali soprattutto in queste due settimane di avvicinamento al Gran Premio verranno lanciati messaggi sintetizzati in hashtag quali #alMugellononsisporca o #BeSustainable #BeCool.

Anche quest’anno il programma si propone dunque come un laboratorio di buone pratiche di sostenibilità e in particolare di economia circolare. Che farà leva sulla passione per il motociclismo per far crescere la passione per la sostenibilità. E far capire, com’è solito dire Valentino Rossi, che la sostenibilità “dà gusto”.