EU Aid Volunteers L Et's Go
Bandi

Dall'Europa 18mila volontari per l'aiuto umanitario

24 Maggio Mag 2017 1715 24 maggio 2017
  • ...

Si chiama EU Aid Volunteers ed è il programma dell'Unione su iniziativa della Direzione Generale per le Operazioni di Protezione Civile e Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO) gestita dall’Agenzia Europea per l’Educazione, La Cultura e l’Audiovisivo (EACEA)

Si chiama EU Aid Volunteers initiative, il nuovo programma dell’Unione Europea che permetterà a più di 18.000 cittadini europei di diventare volontari e contribuire al lavoro umanitario nei contesti di crisi internazionale. L’iniziativa della Direzione Generale per le Operazioni di Protezione Civile e Aiuto Umanitario della Commissione Europea (ECHO) gestita dall’Agenzia Europea per l’Educazione, La Cultura e l’Audiovisivo (EACEA) offrirà un’opportunità ai cittadini europei di dare un loro contributo ai programmi di aiuto umanitario dell’Europa fornendo un supporto professionale volontario ai più bisognosi nei contesti di crisi.

I numeri
EU Aid Volunteers (2016-2020) consente a più di 4.000 cittadini e cittadine europei di diventare volontari per contribuire e sostenere, con il proprio tempo, il proprio lavoro e le proprie competenze, le missioni umanitarie già attive nei paesi di maggior necessità. Sta formando più di 4.400 professionisti appartenenti alle organizzazioni locali che accoglieranno e coordineranno i volontari. Offre 10.000 opportunità di volontariato on line.

Formazione dei volontari
La Commissione Europea ha messo a punto un programma comune di formazione per volontari e volontarie, ha sviluppato standard europei per le organizzazioni umanitarie che lavorano in progetti finanziati dall’Unione Europea nel mondo per rafforzare e sostenere le capacità locali di prevenzione, preparazione e ripresa dalle crisi. Finanzia progetti proposti da consorzi costituiti da ONG europee ed extra-europee che mirano al consolidamento delle organizzazioni residenti nei paesi colpiti da emergenze umanitarie. Sostiene attività di organizzazioni europee che forniscono assistenza tecnica a omologhe organizzazioni europee affinché soddisfino i criteri e svolgano correttamente le procedure richieste per partecipare all’iniziativa EU Aid Volunteers.

Questi tre aspetti vengono realizzati attraverso diverse tipologie di progetti (Capacity Building, Deployment e Technical Assistance), in cui GVC, la prima ONG italiana ad essere certificata per l’invio dei volontari nelle sue missioni umanitarie all’estero, è impegnata sin dalla fase pilota insieme ai propri partner.

Sin dal 2012, GVC ha selezionato ed inviato nelle sedi estere di organizzazioni impegnate in emergenze di diverso tipo circa 100 volontari e volontarie: solo quest’anno, saranno 49 le persone che partiranno per un’esperienza altamente professionalizzante e unica dal punto di vista umano.

Fino al 15 giugno è aperta la terza e ultima selezione di volontari che verranno inviati in 6 paesi: Saint Vincent and the Grenadines, Ecuador, Nicaragua, Cambogia, Tunisia e Libano. I volontari verranno destinati a gestione del rischio nelle emergenze, disaster risk reduction legata in particolare al climate change, vulcanologia, sismologia, architettura, comunicazione e amministrazione, per garantire sostegno e aumentare la resilienza delle comunità più vulnerabili.