Cerimonia
Sacra Famiglia

Diventa Cavaliere Lucio Moderato, il professore che cura gli autistici

1 Giugno Giu 2017 1059 01 giugno 2017
  • ...

Psicologo e psicoterapeuta, il professore è tra i massimi esperti mondiali nelle disabilità intellettive e nei disturbi dello spettro autistico. Docente alla Cattolica, dirige da anni i programmi individuali, di supporto alle famiglie e di counseling territoriale promossi dalla Fondazione

L'Italia ha un nuovo cavaliere: si tratta del professor Lucio Moderato, Direttore dei Servizi innovativi per l’Autismo di Fondazione Sacra Famiglia, insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica, conferitogli direttamente dal Presidente Sergio Mattarella per meriti umanitari e scientifici. La cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” si è svolta a Milano, presso il Conservatorio Giuseppe Verdi.

Psicologo e psicoterapeuta, il Professore Moderato è tra i massimi esperti mondiali nelle disabilità intellettive e nei disturbi dello spettro autistico. Oltre all’impegno in Fondazione, Moderato è anche docente all’Università Cattolica di Milano e ideatore di approcci innovativi per la diagnosi precoce e la cura dei disturbi dello spettro autistico. “Sono molto contento del riconoscimento dato al Dottor Lucio Moderato che lavora con noi dal 1997 per la stima professionale che ho per la persona e perché questa onorificenza rappresenta un prezioso riconoscimento del lavoro svolto che è indissolubilmente legato all’attività di Fondazione Sacra Famiglia per l’autismo” ha dichiarato Paolo Pigni, Direttore Generale di Fondazione Sacra Famiglia.

È proprio grazie alla professionalità e all’esperienza di una struttura come quella di Fondazione Sacra Famiglia che il dottor Moderato ha la possibilità di lavorare costantemente con pazienti affetti da autismo, attuando programmi individuali, di supporto alle famiglie e di counseling territoriale. Nell’ultimo anno l’Istituto, sotto la sua sapiente supervisione, ha sostenuto con successo 253 persone, soprattutto bambini e adolescenti, con risultati positivi e incoraggianti. “Sono onorato che il Presidente della Repubblica mi abbia conferito tale importante onorificenza a seguito di quarant’anni di attività professionale nel campo della disabilità intellettiva e dell’autismo. Ringrazio per l’aiuto fornitomi dai familiari che sono sempre stati il punto di forza della mia attività professionale” ha poi concluso il neocavaliere (nella foto, è il primo a destra).