Fondazioni

Massimo Lapucci alla guida della filantropia europea

6 Giugno Giu 2017 1245 06 giugno 2017

Lo European Foundation Centre, l’organizzazione con sede a Bruxelles che riunisce oltre 200 tra le più importanti istituzioni filantropiche internazionali, ha scelto il suo nuovo presidente. Si tratta di Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT

  • ...
Massimo Lapucci
  • ...

Lo European Foundation Centre, l’organizzazione con sede a Bruxelles che riunisce oltre 200 tra le più importanti istituzioni filantropiche internazionali, ha scelto il suo nuovo presidente. Si tratta di Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT

È un italiano la nuova guida della filantropia europea. Massimo Lapucci, segretario generale della Fondazione CRT, è infatti il nuovo presidente dello European Foundation Centre, l’organizzazione con sede a Bruxelles che riunisce oltre 200 tra i protagonisti della filantropia globale, dalla Bill & Melinda Gates Foundation alla Lego Foundation.
Lapucci è stato nominato a Varsavia, durante l’assemblea generale di EFC, a cui hanno partecipato più 600 rappresentanti delle istituzioni filantropiche internazionali.

“Sono molto orgoglioso di questa nomina e ringrazio EFC e i suoi membri per la fiducia che mi hanno dimostrato eleggendomi.” Ha dichiarato Lapucci che ha iniziato il suo discorso ringraziando la presidente uscente, la polacca Ewa Kulik-Bielinska, direttrice della Stefan Batory Foundation che ha detenuto l’incarico negli ultimi tre anni. “La forza della filantropia internazionale risiede nell’abilità di creare valore per la società. La filantropia deve fare sentire la propria voce per affrontare la nostra sfida più grande: contribuire a creare una cittadinanza più consapevole nei singoli Paesi e in tutta Europa, in grado di tenere a cuore il bene comune e che sappia guardare alla dimensione globale.”

Lapucci ha poi confermato l’intenzione di rafforzare le sinergie tra il mondo della filantropia, le istituzioni filantropiche e il settore privato, con l’obiettivo di promuovere una coesione sociale maggiore, nuove opportunità per la crescita economica e il consolidamento dello spazio per la società civile. “Per l’Europa, è tempo di dimostrare che un cambio di passo è possibile, cominciando con i segnali positivi che sono emersi da alcuni Paesi nelle recenti elezioni,” ha dichiarato Lapucci. “Dopo il risveglio della coesione nella comunità internazionale, in parte dovuta alla profonda crisi economica e finanziaria degli ultimi anni, è solo con un’azione comune per sostenere uno sviluppo più condiviso e creare valore per i cittadini, che sarà possibile ricostruire la fiducia nelle istituzioni e nel futuro per l’Europa. In questo contesto è cruciale riconoscere il ruolo giocato dalla filantropia come collante sociale.” La visione, dunque, è quella di una comunità filantropica indipendente, attenta alla costruzione di ponti con le istituzioni, il mondo economico e la società civile. L’incarico sarà triennale. Massimo Lapucci sarà presidente fino al 2020.

Contenuti correlati