851F96a1 608D 40B1 84Fd Ba555af13c4c Large
Welfare in Azione

Tirocini che costruiscono il futuro grazie a un coworking e alla comunità

15 Giugno Giu 2017 1729 15 giugno 2017
  • ...

Nel nord di Novara, i ragazzi entrano nel mondo del lavoro diventando parte di una grande famiglia

“Qui non ho trovato solo un lavoro ma una famiglia da cui imparare e in cui crescere”. Alessandra ha 23 anni ed ha appena finito il suo tirocinio con FamilyLike, il progetto sviluppato nel territorio nord di Novara e sostenuto dal bando “Welfare di comunità” di Fondazione Cariplo. Ha trascorso gli ultimi sei mesi nello spazio di co-working della cooperativa sociale Vedo Giovane, uno dei partner del progetto, lavorando per la diffusione del sito web, che definisce “una piattaforma che mappa servizi ed eventi a misura di famiglia, per aiutare i genitori a scoprire nuovi modi per stare insieme ai bambini, favorendo l’incontro con il resto della comunità”. Su FamilyLike.it infatti si trovano le informazioni più utili, dal doposcuola, al centro estivo, fino alle ripetizioni, ma sono anche segnalate mostre, concerti, feste e momenti di incontro e formazione per i genitori.

“Dallo scorso ottobre mi sono occupata della comunicazione, ho fatto scouting delle nuove iniziative, curato i canali social e scritto articoli e storie per il nostro blog, un lavoro che non è mai noioso,” continua Alessandra per cui, l’avventura di FamilyLike non finisce qui. “Mi è stato chiesto di continuare e ho deciso di diventare socia di Vedo Giovane. Quella che era iniziata come una prova generale per entrare nel mondo del lavoro, alla fine si è trasformata in una professione reale.”

Un’esperienza che potrebbe ripetersi anche per altri giovani del territorio. Negli ultimi sei mesi, all’interno di FamilyLike sono stati lanciati altri sei tirocini.

“Abbiamo scelto di inserire i ragazzi nel cuore dell’iniziativa,” spiega Nadia Trabucchi della Cooperativa Aurive, altro partner di progetto e responsabile dei tirocini. “Il modello che abbiamo deciso di seguire, un po’ riadattato alle nostre esigenze, è quello del servizio civile, facendo in modo che l’esperienza sia non solo di tipo formativo-lavorativo ma anche di crescita umana all’interno della comunità locale. La sede operativa è lo spazio di co-working di Vedo Giovane, ma i tirocinanti sono attivati su alcuni temidel progetto FamilyLike: comunicazione, fundraising ed educazione”.

“Un’esperienza molto concreta”, spiega Marina, 25 anni, tirocinante impegnata nel fundraising, “sono laureata in economia aziendale e ho un master in economia internazionale. Gli stage sono una buona occasione per entrare nel mondo del lavoro, ma il rischio, molto frequente, è quello di rimanere parcheggiati e ritrovarsi a fare solo fotocopie. Qui questo pericolo non c’è mai. Siamo stati formati con un corso di web-marketing, ci è stato affiancato un tutor e la nostra è un’attività molto dinamica, non solo di progettazione, ma anche di contatto con la comunità locale. Abbiamo visto che è proprio quando ci mettiamo la faccia e contribuiamo all’organizzazione di eventi che otteniamo i risultati maggiori.” E poi, continua Marina, “Questo è un bel posto dove lavorare.” Come Alessandra, anche lei sottolinea il vantaggio del co-working. “Oltre ai soci della cooperativa, ci sono anche freelance e altri professionisti. È un crocevia di competenze molto stimolante.”

E FamilyLike offre servizi per i genitori anche all’interno di questo spazio, sempre con l’aiuto di un tirocinante. “Mi occupo dell’attività di doposcuola per i bimbi della materna, figli delle persone che lavorano qui”, spiega Mara, 27 anni. “Di solito abbiamo dai cinque agli otto bambini e per loro progettiamo attività coerenti con i principi di sostenibilità ed educazione consapevole del progetto. Questo spazio ci permette di essere molto creativi. La settimana scorsa, con dei materiali di riciclo abbiamo ricreato una spiaggia con il mare e i pesci, i bambini erano entusiasti e anche i genitori…c’è una collaborazione fortissima. Quando si lavora, l’ambiente è fondamentale e qui non sembra di avere dei colleghi, ma altri membri della stessa famiglia…insomma è un posto davvero FamilyLike!”

Contenuti correlati