Img ALC2017
Anmil

Due appuntamenti alla Convention Nazionale “Ambiente Lavoro”

1 Settembre Set 2017 1151 01 settembre 2017
  • ...

L’associazione avrà uno stand in Fiera presidiato da professionisti ed esperti e organizzerà due seminari che prevedono un attestato di presenza e il rilascio dei crediti ASPP, RSPP

Anche quest'anno ANMIL sarà presente e protagonista, il 13 e il 14 settembre nel quartiere fieristico di Modena, alla Convention Nazionale “Ambiente Lavoro” dedicata alla sicurezza e alla salute nei luoghi di lavoro e rinomata a livello nazionale ed internazionale, organizzata e promossa da SENAF (Organizzazione di manifestazioni, esposizioni e mostre) e da Modena Fiere.

Per promuovere le attività di studio e di ricerca, ma anche i numerosi servizi proposti dall’ANMIL, l’Associazione avrà uno stand in Fiera presidiato da professionisti ed esperti e organizzerà, in partnership con il Patronato ANMIL, AIFES (Associazione Italiana dei Formatori ed Esperti in Sicurezza sul Lavoro) e con il supporto della SENAF, due Seminari - a partecipazione gratuita - che prevedono un attestato di presenza e il rilascio dei crediti ASPP, RSPP.

Mercoledì 13 settembre, dalle ore 14.00 alle ore 17.00 – Sala “Galleria d’ingresso” (1° piano): “Prospettive di genere e sicurezza sul lavoro: le problematiche operative, la gestione del rapporto di lavoro e gli innovativi strumenti di welfare aziendale”.

Il Seminario è rivolto a tutti i professionisti interessati alla materia e si pone l’obiettivo di illustrare ai partecipanti il composito quadro normativo e i molteplici adempimenti in materia gestione e valutazione del rischio da differenze di genere, analizzando anche il ruolo del datore di lavoro, del medico competente e di tutte le altre figure della prevenzione aziendale coinvolte nel processo.

L’appuntamento intende altresì fornire indicazioni operative utili alla risoluzione delle diverse problematiche operative che la materia pone nella prassi quotidiana di gestione aziendale, per i profili afferenti alla tutela della sicurezza e della salute in particolare delle lavoratrici, oltre che per quelli più strettamente giuslavoristici afferenti all’esercizio del potere datoriale e alla gestione del rapporto di lavoro, sullo sfondo delle importanti prospettive innovative introdotte col welfare aziendale.

I lavori, coordinati dalla Responsabile Ufficio Salute e Sicurezza ANMIL, Avv. Maria Giovannone, prevedono gli interventi: del Presidente ANMIL Modena e del Patronato ANMIL, Zoello Forni; del Responsabile Servizi Statistico-Informativi ANMIL, Franco D’Amico; dei Professionisti del Flepar INAIL Salvatore Pellegrino, Giovanna Ricupero, Simona Prandini; del membro esperto della Commissione Consultiva permanente del Ministero del Lavoro, Paolo Varesi; del Vice Direttore Centrale Prevenzione INAIL, Tommaso De Nicola.

Giovedì 14 settembre, dalle ore 9.00 alle ore 11.00 – Sala “Bach” - Galleria d’ingresso (piano terra): “Le attività estrattive e la normativa correlata alla luce del Testo Unico (D.Lgs. 81/08 e s.m.i.)”.

Il Seminario è rivolto a tutti i professionisti interessati alla materia e si pone l’obiettivo di portare a conoscenza degli operatori del settore lapideo le specificità e le criticità afferenti all’applicazione delle disposizioni normative peculiari sulle attività estrattive (DPR 128/59 e D.Lgs 624/96 in particolare), integrate con le previsioni di più ampio respiro di cui al D.lgs. n. 81/08, fornendo a tali operatori una chiave di lettura adeguata.

Il corso si propone, dunque, di rendere i partecipanti in grado di: conoscere gli aspetti di raffronto tra normativa sulle attività estrattive e normativa generale; acquisire capacità di individuazione delle figure di riferimento previste dalla normativa specifica confrontandone gli ambiti operativi, i limiti, le responsabilità e le attribuzioni in raffronto con la normativa generale; comprendere l’applicabilità del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. alle attività estrattive (in particolare per quanto attiene il Titolo IV); verificare e gestire la sovrapposizione di compiti e attribuzioni derivanti dall’emanazione di testi di legge non integrati; la formazione degli operatori di cava e l’efficacia della formazione in un settore complesso e praticamente privo di normative tecniche di supporto; l’uso delle macchine movimento terra e le prescrizioni dei costruttori e la problematica gestione delle difformità tra pratica e libretti di uso e manutenzione.

I lavori, coordinati dalla Responsabile Ufficio Salute e Sicurezza ANMIL, Avv. Maria Giovannone, prevedono gli interventi: del Presidente ANMIL Modena e del Patronato ANMIL, Zoello Forni; del Responsabile Servizi Statistico-Informativi ANMIL, Franco D’Amico; del Perito Industriale minerario, Giuseppe Diamanti; dei Professionisti del FLEPAR INAIL, Giuseppe Carlà e Luca Valori; del Tecnico della Prevenzione, Moreno Vanni; del Consulente legale del Patronato ANMIL, Mauro Dalla Chiesa; del membro esperto della Commissione Consultiva permanente del Ministero del Lavoro, Paolo Varesi.


Scarica le locandine dei seminari in allegato