Staisinergico Team
Eventi

Espresso Coworking sbarca a Sud e punta alle sinergie

20 Settembre Set 2017 1157 20 settembre 2017
  • ...

Si terrà in provincia di Lecce a Racale, il 22 e 23 settembre, la sesta conferenza nazionale su una realtà giovane ma che entro fine anno vedrà nel mondo un milione di persone lavorare in spazi condivisi. Tema di questa edizione - ospitata negli spazi di Staisinergico - è: "Coworking e imprese, una sinergia possibile e necessaria".

Dopo aver toccato Alessandria, Roma, Firenze, Milano e Montepulciano (Siena) l’edizione numero sei della conferenza nazionale sul mondo del coworking e delle nuove forme di lavoro approda al Sud. Sarà, infatti, Racale in provincia di Lecce, la sede di “Espresso Coworking”, per l’occasione Espresso Coworking A Sud. Dal 22 al 23 settembre, negli spazi di Staisinergico si riuniranno le diverse realtà provenienti da tutta Italia per affrontare il tema scelto per l’edizione 2017: “Coworking e imprese, una sinergia possibile e necessaria”.

Saranno due giornate di incontri e tavoli tematici, con una serata conclusiva (quella di sabato 23 settembre) nel giardino di Palazzo D’Ippolito, aperta a tutti, in cui i salentini e i turisti di fine estate potranno conoscere meglio i temi legati alle nuove forme del lavoro, all’economia collaborativa e alla rigenerazione urbana, direttamente dalla voce di chi li pratica ogni giorno in tutta Italia. Un evento in cui si cercherà di capire, anche grazie all’incontro con il mondo dell’impresa, come generare sviluppo locale attraverso il lavoro, il coworking e l’innovazione.

L'edizione fiorentina di Espresso Coworking

«Da qualche anno cerchiamo di portare avanti un’idea di ruralità che vada al di là della definizione legata all’agricoltura o alla campagna un’idea che contenga ad esempio anche il Turismo come momento di co-progettazione di sviluppo locale, e un fare tutto mediterraneo, un’attitudine inclusiva che metta al centro sempre le relazioni, le persone, l’autenticità e i tempi che ci sono propri» spiegano dal Coworking a Sud di Racale. «Non abbiamo applicato a Racale un modello di coworking importato dalle città, o dal nord. Piuttosto abbiamo ascoltato molto la comunità e abbiamo disegnato un piccolo modello nostro, che in realtà è ancora in costruzione. Per questo abbiamo fortemente voluto qui questa importante occasione di confronto».

Da resto il coworking è una realtà giovane che è nata come spazio di lavoro dove dei liberi professionisti, in un open space, condividono ambienti e i servizi. Il fenomeno, che nasce come risposta al cambiamento in atto nel mondo del lavoro proponendo un modello innovativo di organizzazione, è in forte crescita. Una recente ricerca (la 2017 Global Coworking Survey) stima che entro il 2017 nel mondo oltre un milione di persone lavorerà in un coworking che da spazio fornitore di servizi si sta trasformando in un soggetto-attore che opera nel mercato del lavoro.

Oltre a favorire partnership e creare network tra professionisti che condividono lo spazio – sottolinea una nota di Staisinergico - , si lavora per far fronte alle nuove sfide per il futuro quali il tracciare un percorso comune con le imprese. Le aziende possono trovare nei coworking le risposte ai nuovi bisogni aziendali, nonché i partner ideali con cui sviluppare progetti innovativi capaci di generare ricadute positive sul territorio. Infine, possono trovare le risorse umane qualificate che spesso non hanno internamente, dando vita a nuove sinergie e opportunità.

Questo e molto altro sarà al centro dei cinque tavoli intorno ai quali, a Racale, si ritroveranno le realtà più dinamiche del settore di tutto il territorio nazionale.
Idee, testimonianze, scambi di esperienze, focalizzazione di problemi e criticità, l’obiettivo della due giorni è trovare soluzioni strategiche e delineare le buone pratiche. Ciascun tavolo tratterà un tema specifico: formalizzazione dei rapporti professionali tra coworking, coworker e imprese; avvicinamento e dialogo tra scuola, imprese e coworking, in particolare come questi ultimi possano diventare partner privilegiati per gli istituti scolastici nel costruire percorsi finalizzati all'autoimprenditorialità; turismo e coworking come piattaforma per la valorizzazione del territorio; coworking come incubatore di idee e generatore di nuove imprese; coworking nelle imprese: lo smartworking.

A destra la sede di Staisinergico a Racale, in apertura il team del coworking; sopra la pausa caffè con la moka

A ospitare Espresso Coworking A Sud, è Staisinergico, una realtà nata nel 2014 fondata sulle pratiche di economia collaborativa e rigenerazione urbana, con l’obiettivo di disegnare un modello mediterraneo adatto al sud e alla Puglia. Tra le attività più rilevanti, infatti, si trova la progettazione e realizzazione di un orto sinergico da cui è nata l’associazione Staiterraterra, un coworking agricolo. A Staisinergico, inoltre, è stato affidato uno spazio comunale – Palazzo Ippolito – nel quale sono gestite attività di informazione e accoglienza turistica. I promotori del coworking di Recale hanno anche vinto il bando regionale “Mettici le mani” facendolo diventare un laboratorio urbano.

Contenuti correlati