Innovazione sociale

Ecco gli imprenditori culturali del futuro

20 Ottobre Ott 2017 1641 20 ottobre 2017

Si è conclusa la fase sperimentale di Art-è il programma di accelerazione di progetti culturali innovativi ideato e realizzato da Intesa Sanpaolo Formazione, la società di formazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, con la collaborazione dell’Accademia di progettazione sociale Maurizio Maggiora e di SocialFare - Centro per l’innovazione sociale e con il sostegno della Compagnia di San Paolo

  • ...
Team 3
  • ...

Si è conclusa la fase sperimentale di Art-è il programma di accelerazione di progetti culturali innovativi ideato e realizzato da Intesa Sanpaolo Formazione, la società di formazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, con la collaborazione dell’Accademia di progettazione sociale Maurizio Maggiora e di SocialFare - Centro per l’innovazione sociale e con il sostegno della Compagnia di San Paolo

Si è conclusa con successo la fase sperimentale di Art-è il programma di accelerazione di progetti culturali innovativi sul territorio ideato e realizzato da Intesa Sanpaolo Formazione, la società di formazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, con la collaborazione dell’Accademia di progettazione sociale Maurizio Maggiora e di SocialFare - Centro per l’innovazione sociale e con il sostegno della Compagnia di San Paolo. T

Sono dieci i team ad aver partecipato ad Art-è, il programma di accelerazione di progetti culturali innovativi ideato e realizzato da Intesa Sanpaolo Formazione, la società di formazione del Gruppo Intesa Sanpaolo, con la collaborazione dell’Accademia di progettazione sociale Maurizio Maggiora e di SocialFare - Centro per l’innovazione sociale e con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Grazie ad Art-è i team, attivi in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta,supportati da tutor specializzati, hanno sviluppato il loro progetto partendo dalla validazione della propria idea, proseguendo con l’individuazione del modello di business più appropriato e la valutazione dell’impatto sociale generato dai progetti sulle comunità e sul territorio.

Un settore strategico per l’Italia, quello della cultura, in forte crescita, che nel 2016 ha generato circa 90 miliardi di euro (+1,8% rispetto al 2015) e occupato circa 1,5 milioni di persone (+1,5% rispetto al 2015). Nello stesso anno in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, le regioni interessate dalla fase sperimentale, il valore complessivo prodotto dal sistema produttivo culturale e creativo risulta pari a circa 10 miliardi con più di 160mila persone occupate (Fonte Rapporto Fondazione Symbola – Io sono cultura 2017).

Art-è offre un modello integrato di “formazione, accompagnamento, tutoraggio e assessment” che, integrando i più avanzati metodi nazionali e internazionali, sessioni teoriche e workshop pratici con testimonial ed esperti, permette ai partecipanti di dotarsi di un Piano di Sviluppo personalizzato, fondamentale perché il progetto evolva in impresa culturale vera e propria. L’impatto sociale secondo la valutazione dei beneficiari del programma è stato molto elevato. Un importante risultato riconducibile alla reputazione degli enti promotori, alla professionalità dei docenti e dei tutor, alla profondità di trattazione degli argomenti, alla qualità degli strumenti utilizzati e alla gratuità del programma. “Art-è favorisce l’evoluzione di progetti di innovazione culturale ad alta potenzialità tramite la formazione. Per Intesa Sanpaolo la formazione è importante ed è strettamente collegata al nostro modo di essere al servizio del Paese. In questa dimensione la formazione può essere una delle leve con cui sostenere la crescita dei nostri clienti, privati cittadini o imprese. È stimolante lavorare per formare e accrescere le professionalità delle persone, e lo è ancora di più quando la formazione diventa uno strumento per creare nuovi posti di lavoro e favorire il benessere delle comunità in un ambito, la cultura, cruciale per l’economia e per il vissuto del nostro Paese” ha dichiarato Renato Dorrucci, Presidente di Intesa Sanpaolo Formazione.

I progetti

  • NEUTOPIA. Obiettivo: creare un nuovo polo editoriale indipendente e promuovere il lavoro di nuovi autori.
  • NEXTONES. Obiettivo: valorizzare il patrimonio storico-artistico e antropologico dei paesi montani dell’Ossola, con performing arts e arti visive.
  • MAGU’. Obiettivo: realizzare un canale youtube tematico protetto, rivolto a bambini di età fino a 7 anni, che riprende e valorizza fiabe e narrazioni della tradizione italiana.
  • GET GREEN. Obiettivo: ideare progetti formativi ed educativi per bambini in età scolare, con particolare attenzione alle tematiche ambientali, sociali e territoriali per progetti di tutela del territorio, sostenibilità e sviluppo delle Smart Cities.
  • LA PALEOTECA. Obiettivo: creare e sviluppare forme innovative di didattica storica divulgativa, attraverso brevi documentari di facile accesso.
  • VISIONARI NOVARA. Obiettivo: avviare le attività di gestione di un teatro con la messa in scena di otto spettacoli per la stagione teatrale 2017/18.
  • IBRIDO PRODUCTIONS. Obiettivo: favorire la conoscenza e la promozione dell’industria italiana dell’animazione attraverso rassegne, festival, partnership con realtà locali.
  • AUROPERA – OUTSIDER OPERA SHOW. Obiettivo: allestire opere liriche in piccoli teatri e spazi dell'area "rurale" o non-metropolitana del Piemonte, con giovani talenti accompagnati e assistiti da professionisti e artisti di rilievo internazionale.
  • BORGATE DAL VIVO. Obiettivo: promuovere lo sviluppo sostenibile in territori alpini attraverso attività ed eventi culturali, a partire dal festival delle borgate alpine.
  • TORINO VR CONTACT – CIELO SOPRA TORINO. Obiettivo: esplorare la Realtà Virtuale e comprenderne la grammatica al fine di sviluppare progetti di comunicazione e storytelling, arti visive.

Contenuti correlati