Governo Gentiloni
Legge di Bilancio

Fondi servizio civile, Mauceri: «L'obiettivo è di confermare il numero di volontari del 2017»

3 Novembre Nov 2017 1622 03 novembre 2017
  • ...

Levata di scudi da parte degli enti dopo la pubblicazione delle tabelle. Il capo dell'Ufficio Nazionale: «C'è tempo per rimediare e raggiungere la quota di volontari del 2017, pari a 53mila avvii»

Alzata di scudi da parte degli enti del servizio civile dopo che sono stati resi noti i numeri della legge di bilancio 2018-2020 presentata alle Camere dal Governo: poco più di 179 milioni per il 2018, 152 per il 2019 e 147 per il 2020.

In una nota la Cnesc (Conferenza nazionale enti servizio civile) ricorda come «nel 2017 sono stati 53mila i posti messi a bando, con un impegno economico di quasi 280 milioni. Ma sono stati più di 100mila i giovani che hanno chiesto, volontariamente, di farlo. Dunque, la metà di essi è rimasta fuori dal sistema. Con i fondi previsti dalla Legge di Bilancio nel 2018 partirebbero circa 36.600 giovani (il 31% in meno rispetto a quest’anno), nel 2019 27.600 (il 48% in meno) e nel 2020 26.700 (il 50% in meno). Eppure continuano a ripeterci che l’obiettivo è di far fare il servizio civile a 100mila giovani».

Tre i capi di accusa che lancia la Cnesc:

  • Il Governo affossa la riforma che esso stesso ha portato in Parlamento chiedendo l’approvazione del DL 40 “Istituzione e disciplina del servizio civile universale, a norma dell'art. 8 della legge 6 giugno 2016, n. 106” del 6 marzo 2017; -
  • La principale azione pubblica di educazione alla cittadinanza e di apprendimento pratico viene tagliata. I giovani (quelli che vorranno votare) se ne ricorderanno alle imminenti elezioni politiche;
  • Si vedono gli effetti delle proposte del servizio civile obbligatorio: perché tenere quello Universale volontario se l’obiettivo è quello obbligatorio? Detto in altri termini: visto che non vogliamo finanziare il servizio civile volontario per 100mila giovani, con gli stessi soldi finanziamo il servizio civile obbligatorio di un mese.

Cosa risponde il Governo?

Vita.it ha interpellato il capo dell’Ufficio nazionale Calogero Mauceri che ai nostri microfoni ha precisato che «l’obiettivo è quello di confermare anche nel 2018 il numero degli avvii del 2017: circa 53mila, quota che rappresenta la capacità progettuale degli enti».

Calogero Mauceri (Unsc)

Come arrivarci? «L’iter della legge è cominciato da poco, c’è tempo per sistemare le cose, come è già accaduto in passato». Il riferimento più prossimo è alla legge di Bilancio delle scorso anno che nella sua prima formulazione prevedeva per il 2017 una dotazione di appena 111 milioni di euro, poi cresciuti di 2 volte e mezzo.

Contenuti correlati