Politica

Amnesty cerca attivisti

8 Novembre Nov 2017 1713 08 novembre 2017

L’organizzazione internazionale che lotta contro le ingiustizie sta per avviare una Task Force impegnata a osservare, monitorare e documentare le violazioni dei diritti umani in Italia. Per candidarsi c’è tempo fino al 17 novembre

  • ...
Amnesty
  • ...

L’organizzazione internazionale che lotta contro le ingiustizie sta per avviare una Task Force impegnata a osservare, monitorare e documentare le violazioni dei diritti umani in Italia. Per candidarsi c’è tempo fino al 17 novembre

È una vera e propria Task Force quella che Amnesty International vuole creare per osservare e monitorare tutte le possibili violazioni dei diritti umani in Italia. Per farlo l’organizzazione sta cercando 20 attivisti in grado di operare sul campo su tutto il territorio nazionale. Le candidature devono pervenire entro il 17 novembre, mentre i colloqui di selezione avverranno dal 20 al 22 novembre. Si terrà inoltre una prima formazione a partecipazione obbligatoria nei giorni dell’1, 2 e 3 dicembre.

Il gruppo di lavoro pilota sarà poi impegnato nell’osservazione, il monitoraggio e la documentazione delle situazioni pubbliche a rischio di violazioni dei diritti umani in Italia. Questi “Osservatori” rappresentano una delle risposte per contrastare il costante aumento d’odio a livello internazionale e nazionale che, come riportato nel rapporto annuale di Amnesty International, si è manifestato in Italia attraverso episodi di discriminazione, violenza e violazioni dei diritti umani (come il diritto di asilo, diritto all’alloggio e i diritti delle minoranze etniche), nonché in alcune situazioni di tensione all’interno delle manifestazioni pubbliche.

L’attività della Task Force consiste nel monitoraggio, osservazione diretta e reportistica (report scritti, registrazioni audio-video, fotografie) degli eventi durante lo svolgimento di determinate situazioni pubbliche che possono rappresentare contesti di crisi e violazioni di diritti umani (es. manifestazioni pubbliche, raduni, sit-in, sgomberi, situazioni di tensioni che coinvolgono i migranti, ecc.); tutto il materiale raccolto verrà integrato nelle documentazioni in supporto all’attività di ricerca e di lobby della Sezione Italiana di Amnesty International.

L’attività del gruppo di lavoro “Task Force Osservatori” verrà focalizzato su un percorso strutturato di formazione, attivazione e intervento. Le persone individuate saranno formate sulle basi del diritto internazionale e del diritto pubblico italiano in merito all’uso della forza, discriminazione, tecniche di comunicazione e reporting. Inoltre gli attivisti dovranno essere pronti a raggiungere con rapidità per i prossimi 9-12 mesi i luoghi in cui verranno riscontrati potenziali rischi di violazioni dei diritti umani, le attivazioni saranno svolte in gruppo e con un minimo di 5 persone.

Sono preferibili la Laurea in giurisprudenza, relazioni internazionali e le specializzazioni nell’ambito dei diritti umani. Ma verranno valutate anche precedenti attività di fotografia, video making o giornalismo a livello professionale o amatoriale. Oltre naturalmente all’impegno nel volontariato nazionale o internazionale.

Per candidarsi

Le persone interessate a candidarsi e a sostenere l’impegno richiesto devono inviare:

- lettera motivazionale con self-assessment delle caratteristiche richieste a far parte del progetto;

- curriculum vitae con l’autorizzazione al trattamento dei dati in base al Decreto Legislativo 196/2003.

Le persone ritenute idonee saranno contattate entro una settimana dalla chiusura del bando, in allegato. Il cv inviato verrà comunque archiviato nel database di Amnesty per un anno e potrà essere considerato per altri percorsi di attivismo nell’associazione.

Contenuti correlati