Farmacia Con I Bambini
Fondazione Rava

Da Trento a Palermo tutti in farmacia per i bambini

13 Novembre Nov 2017 1556 13 novembre 2017
  • ...

Sono oltre 1400 le farmacie che, in tutta Italia, aderiscono all'iniziativa della Fondazione che lunedì 20 novembre giunge alla sua quinta edizione. Saranno raccolti farmaci da banco, alimenti per l'infanzia e prodotti pediatrici per aiutare i bambini che in Italia vivono in povertà sanitaria e l'Ospedale pediatrico Nph Saint Damien di Haiti

Da Milano a tutta Italia: da Trento a Palermo. È cresciuta in questi cinque anni l’iniziativa di Fondazione Francesca Rava – Nph Italia “In farmacia per i bambini”. Ed è con orgoglio che MariaVittoria Rava racconta l’evoluzione positiva di un evento che alla sua quinta edizione può contare su oltre 1400 farmacie e 2mila volontari. Lunedì 20 novembre, data scelta non a caso: è infatti la Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia, la Fondazione si pone l’obiettivo di raccogliere farmaci da banco, alimenti per l’infanzia e prodotti pediatrici per portare un aiuto concreto ai bambini che vivono in povertà sanitari in Italia e ad Haiti. Un aiuto che andrà a favore di ben 363 enti (case famiglie e comunità per minori) che aiutano i bambini e le loro famiglie sul territorio nazionale e ad Haiti all’ospedale pediatrico Nph Saint Damien.

«In questi quattro anni abbiamo raccolto 442mila farmaci e di anno in anno sono aumenti gli enti beneficiari di questa raccolta. Le farmacie sono luogo di educazione, sensibilizzazione, prevenzione oltre che di ascolto dei bisogni», ha osservato MariaVittoria Rava sottolineando come quest’anno siano aumentate le segnalazioni dirette da parte delle farmacie di enti che si occupano di minori del proprio territorio bisognosi di un aiuto.

Alla conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Marino (sede del comune di Milano) erano presenti anche i rappresentanti di alcuni dei partner di Fondazione Rava: Federfarma, Cosmofarma, Kpmg, Lierac, Trudi Baby Care, Ecoeridania accanto a Pierfrancesco Majorino, assessore comunale di Milano alle Politiche sociali e Cultura della Salute e alla testimonial, nonché volontaria della Fondazione Martina Colombari (protagonista dello spot qui sotto)

«La rete di Federfarma si è fatta promotrice di questa iniziativa e il nostro auspicio è che le farmacie aumentino», ha detto Marco Bacchini di Federfarma «Le farmacie non sono solo il luogo della prevenzione e della farmacovigilanza, sono anche un punto di riferimento sociale del territorio». Da parte sua Roberto Valente, direttore di Cosmofarma nel ricordare la quarta partecipazione all’evento, accanto al supporto offerto alla fondazione per la comunicazione e il rapporto con le farmacie e le aziende, ha sottolineato che «l’esperienza di volontariato fatta da ciascuno di noi ci ha arricchito tantissimo». Tra i partner storici della Fondazione c’è Kpmg e Giovanni Rebay nel ricordare questo rapporto nato dall’amicizia con Francesco Rava ha puntato l’attenzione su quanto l’iniziativa “In farmacia per i bambini” sia diventata «virale, oltre ogni aspettativa. Appoggiamo la fondazione con i nostri volontari e continueremo a farlo».
Il volontariato aziendale, del resto, come ha anche ricordato MariaVittoria Rava è un aspetto importante di questa iniziativa che in questi anni si è diffusa quasi per contagio.

La presentazione dell’edizione 2017 è stata anche l’occasione per Andrea Giustini di Ecoeridania di annunciare una nuova iniziativa a favore della Fondazione: la destinazione di 10 euro per ogni contratto con una farmacia per lo smaltimento dei farmaci scaduti alla Fondazione e all’iniziativa “In Farmacia per i bambini”.

«Siamo alla quinta edizione e sono molto orgogliosa e felice di essere qui, in questo progetto sociale e di charity nel quale ciascuno di noi può fare qualcosa, può fare la differenza» ha detto Martina Colombari da dieci anni volontaria e testimonial della Fondazione. A chiudere gli interventi l’assessore Majorino che si è detto ammirato e colmo di gratitudine per un’iniziativa che punta sui «diritti, non è compassione. Il tema deve essere il diritto alla dignità e al benessere di bambini e ragazzi», ha inoltre ricordato i tanti minori non accompagnati di cui il comune di fa carico ogni giorno, gli oltre 25mila bambini migranti accolti dalla città di Milano in questi anni «occorre che pubblico e privato insieme facciano il massimo».

Lunedì 20 novembre a quanti entreranno nelle farmacie aderenti (l’elenco su nph-italia.org) sarà distribuito dai volontari un pieghevole sui diritti dei bambini a fumetti e realizzato da Fabio Paroni. Tra i diritti dell’infanzia sarà segnalato quello fondamentale della vita dopo la nascita, difeso da un progetto della Fondazione Francesca Rava e da Kpmg “ninna ho”

Contenuti correlati