William White 34988
Evento

L’Happening della solidarietà compie 18 anni

17 Novembre Nov 2017 1805 17 novembre 2017
  • ...

Dal 30 novembre al 1 dicembre il Real Teatro Santa Cecilia di Palermo sarà il centro della due giorni promossa dalla Rete Sol.Co che quest'anno ha scelto come tema Coesioni culturali, per una nuova economia del lavoro e dello sviluppo

Si aprirà il 30 novembre a Palermo la diciottesima edizione dell’Happening della Solidarietà, un evento annuale che la Rete Sol.Co organizza dal 2000. Una due giorni che vuole essere occasione di incontro e dibattito sulle politiche di welfare. In questi anni l’Happening della Solidarietà è cresciuto progressivamente di importanza diventando in Sicilia, anche per l’alto valore scientifico degli interventi, l’appuntamento più significativo e consolidato nel panorama delle iniziative mediterranee volte a promuovere le azioni delle realtà del Terzo settore.

Oltre che per gli operatori del settore, i cittadini e il privato sociale organizzato, l’Happening della Solidarietà è un momento di approfondimento e dibattito per gli Enti locali e gli amministratori, in virtù di una progettata capacità di condensare profili tecnici e socio-politici, offrendo non solo un’opportunità di dialogo ma anche di co-programmazione delle politiche di welfare e di sviluppo locale.

Il tema di questa edizione è “Coesioni culturali, per una nuova economia del lavoro e dello sviluppo” che - sottolineano gli organizzatori – “abbiamo scelto di affrontare poiché riteniamo che nessuna riforma del sistema economico e produttivo del paese possa essere realizzata senza una profonda trasformazione culturale. Cultura che influenza i processi, che orienta le norme e che alimenta e concima lo sviluppo”.

Il filo rosso di questa edizione, nell’anno in cui Palermo si appresta a raccontarsi come Capitale della Cultura, sono le coesioni culturali, le propensioni delle comunità a facilitare i processi di sviluppo perché di questi ne divengono protagoniste

Un’edizione questa che ancor più di altre valorizzerà i profili culturale e movimentista e senza sacrificare quello scientifico trasferendo nel format quell’ibrido imprenditoriale che è la cooperazione sociale, con la sua innata capacità di coinvolgere le comunità in processi e percorsi di economia civile.

In apertura photo by William White on Unsplash