ANT Eubiosia 1
Fondazione Ant

Premio Eubiosia, nona edizione nel segno della Riforma

20 Novembre Nov 2017 1700 20 novembre 2017
  • ...

In occasione della premiazione delle realtà sostenitrici di Fondazione Ant aperto il dibattito sulla riforma del Terzo settore come opportunità anche per le aziende

Si è aperta con la tavola rotonda “La riforma del Terzo settore come opportunità per le Aziende: dalla misurazione dell’impatto sociale ai benefici della co-produzione di beni e servizi” la nona edizione del Premio Eubiosia di Fondazione Ant. L’appuntamento oggi, lunedì 20 novembre, nella sede bolognese di Ant in via Jacopo di Paolo.
Sul tema - moderati da Riccardo Bonacina di Vita e Andrea Greco di Repubblica - Affari&Finanza – si sono confrontati Donata Lenzi della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, Massimiliano Monnanni, Segretario Generale Fondazione Poste Insieme Onlus, Filippo Montesi di Human Foundation e Raffaella Pannuti, presidente Ant.

«I dati diffusi pochi giorni fa dall’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane, ci dicono che la spesa per l’assistenza ai non autosufficienti si è ridotta del 76% e che il welfare in generale pesa sui bilanci familiari per un 19% nel caso di nuclei economicamente più deboli e di un 14,7 in quelli con redditi medio-alti», commenta Raffaella Pannuti. «Sono dati che ci pongono urgentemente davanti a un interrogativo: come mantenere universali i diritti anche quando i bilanci nazionali non sono più in grado di sostenere un welfare esclusivamente pubblico. Ci dobbiamo chiedere se nel prossimo futuro il Pubblico sarà in grado, da solo, di eliminare le diseguaglianze o se, piuttosto, potrà farlo in virtuosa collaborazione con gli enti del Terzo settore e con le aziende. La vera sfida dei prossimi decenni sarà mettere a sistema modelli di welfare integrati che riescano a coniugare quantità, qualità, economicità e umanizzazione dell’intervento. Ant vuole essere protagonista di questo processo, in nome dell’Eubiosia, questa idea dirompente capace di attirare capitali umani e catalizzare l'attenzione su una tematica, quale la dignità della vita, che ha visto nella nostra Fondazione, nei sui Volontari e nei suoi collaboratori un mezzo formidabile e attualissimo di cambiamento».

A chiudere la mattinata la consegna dei Premi Eubiosia, i riconoscimenti dedicati alle aziende sostenitrici. Un Comitato di Garanzia, presieduto dal professor Stefano Zamagni e composto da aziende che da anni sono impegnate in progetti di responsabilità sociale di impresa in partnership con Ant ma non solo, ha supervisionato le candidature e preso parte ai lavori di selezione.

Questi i progetti premiati
Progetto ad elevato impatto sociale

Fondazione Museke Onlus - Grazie a un contributo di Fondazione Museke nel corso del 2017 sono state effettuate 132 visite di prevenzione oncologica a immigrate non rientranti nei programmi di screening regionali, suddivise in 48 visite di prevenzione ginecologica; 48 visite di prevenzione dei tumori mammari per donne con età superiore a 45 anni, 36 visite di prevenzione dei tumori mammari per donne con età inferiore a 45 anni. Le visite sono state organizzate da Ant ed effettuate dai medici specialisti della Fondazione presso gli ambulatori della sede nazionale di Bologna.

Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia - Nel 2017 la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia ha scelto di sostenere il progetto “L’ospedale a casa: Ant per i malati oncologici del pistoiese”: vista la crescente richiesta di assistenza sul territorio locale, ANT potenzia la propria presenza, continuando e incrementando l’attività a Pistoia e nei Comuni di Agliana, Montale e Quarrata. Già negli anni precedenti la Fondazione si era affiancata ad ANT, sostenendo l’attività domiciliare e supportando la realizzazione del Progetto Melanoma per la prevenzione dei tumori cutanei sul territorio locale.

Progetto che abbia favorito maggiormente la partecipazione e il coinvolgimento dei dipendenti

Alès Groupe Italia - che ha effettuato 4 giornate di prevenzione del melanoma per i propri dipendenti e tre giornate aperte alla stampa per la diagnosi precoce dei tumori tiroidei.

Ansaldo STS - Nel 2017 dona alle sue dipendenti la prevenzione del tumore al seno in occasione della Festa della Donna. Coniugando welfare aziendale e solidarietà, Ansaldo ha scelto di affiancarsi a Fondazione Ant nella lotta ai tumori, offrendo alle proprie dipendenti delle sedi di Napoli, Genova, Potenza e Piossasco visite gratuite di diagnosi precoce delle neoplasie mammarie.

Progetto che abbia maggiormente contribuito al Welfare territoriale

Fondazione Poste Insieme Onlus - Tra i progetti che Fondazione Poste Insieme Onlus sostiene nel corso del 2017 figura anche il Progetto Eubiosia di Fondazione Ant, per continuare a offrire tutto l’aiuto e il supporto necessario ai malati oncologici presso il loro domicilio. Allo sviluppo del progetto contribuiranno, inoltre, anche i dipendenti di Poste Italiane, impegnati, dopo un adeguato percorso di selezione, formazione e tutoraggio, in attività di volontariato sia di tipo sociale che promozionale, nelle aree in cui Ant è presente con una propria delegazione strutturata.

Fondazione Maccaferri - vicina ad Ant sin dalla sua costituzione, ha scelto nel 2017 di sostenere Bimbi in Ant, il progetto che offre ai piccoli malati oncologici assistenza medica, infermieristica e psicologica specializzata direttamente fra le mura domestiche. Il contributo di Fondazione Maccaferri garantisce l’assistenza a 5 bambini per l’intero anno.

Fedeltà nel supporto alla missione di ANT

GHIAL - da alcuni anni ha preso a cuore Fondazione Ant sostenendola sia in occasione della tradizionale manifestazione Movember Brescia, sia aderendo con grande responsabilità ai programmi di prevenzione oncologica proposti da Ant a favore dei suoi 300 dipendenti.

Fondazione della Comunità Bresciana - Dal 2012 sostiene l’Ospedale Domiciliare Oncologico Ant di Brescia, supportando sia l’attività di assistenza domiciliare medica e psicologica, sia l’acquisto di presidi sanitari indispensabili per un servizio di qualità.

Premio speciale per l'impegno nella Solidarietà

Sindaco Pieve di Cento (BO) – Sergio Maccagnani ha dimostrato per anni grande impegno politico e personale per la finalizzazione del progetto “Residenza Ant Giuseppina Melloni” a Pieve di Cento, un nascente centro oncologico al servizio delle comunità del territorio, inaugurato lo scorso dicembre.

Premio speciale per il supporto alla diffusione della missione Ant

J. Walter Thompson Italy - L’agenzia pubblicitaria a ideato per Ant la campagna Censorship For Cancer, che utilizza i linguaggi e le censure di Instagram per sensibilizzare le donne alla prevenzione del tumore alla mammella. La campagna ha avuto grande successo su Instagram, grazie al contributo di fotografi di fama internazionale, modelle, influencer e tante donne comuni. Ha avuto ampio spazio sui media cartacei e online e ha ricevuto diversi riconoscimenti e nomination nell’ambito dei più prestigiosi premi internazionali e nazionali come Festival di Cannes, Eurobest, Adci Awards e NC Awards.

Premio speciale per l’innovazione al servizio del sociale Umbra Cuscinetti

Il progetto Mens'Ant, realizzato all'interno dell'Azienda Umbra Group, si è distinto come esempio virtuoso di partnership tra profit e non profit. Un approccio a 360 gradi al tema dell'alimentazione, che vede coinvolti tutti i membri della comunità aziendale (operai, dirigenti, impiegati, fornitori della mensa) per un cambiamento degli stili di vita che incidono sul benessere personale e sociale, in un’ottica di lungo periodo.

Premio speciale per l'impegno nel Volontariato

La Fondazione Ant è grata e riconoscente a tutti i Volontari di Civitanova Marche impegnati da anni e ogni giorno nel supporto socio-assistenziale alle famiglie assistite, nella raccolta fondi alle postazioni Ant, in occasione degli eventi e mercatini e nell’accoglienza ai malati di tumore

Contenuti correlati