Alternanza
Alternanza scuola-lavoro

“Z LAB”, un successo fatto di 1500 ragazzi da 70 scuole

19 Dicembre Dic 2017 1511 19 dicembre 2017
  • ...

Immaginato e organizzato da Intesa Sanpaolo il progetto biennale è strutturato su 111 laboratori in 15 diverse città per un totale di 203.000 ore di attività rivolte a licei e istituti tecnici/professionali

Prosegue il successo di “Z LAB”, il progetto Alternanza Scuola- Lavoro di Intesa Sanpaolo. Il percorso di formazione triennale coinvolge per il primo biennio, 2016/2017 e 2017/2018 oltre 1.500 studenti di 70 scuole italiane (48 licei e 22 istituti tecnici), ospitati da Intesa Sanpaolo in 111 laboratori su 15 diverse città per un totale di 203.000 ore di attività dei licei e degli istituti tecnici/professionali. “Z LAB” era stato presentato ufficialmente al Ministero dell’Istruzione nell’ottobre 2016.

L’obiettivo del programma è quello di preparare i ragazzi al mondo del lavoro attraverso una esperienza di apprendimento e sperimentazione. Intesa Sanpaolo consente quindi agli studenti di attivare scoperte e riflessioni in un ambiente lavorativo vero e proprio secondo tecniche moderne e dinamiche come laboratori, project work e digital culture. L’obiettivo è diffondere l’educazione finanziaria e tradurla in comportamenti consapevoli, così come illustrare dinamiche imprenditoriali attraverso esperienze pratiche, finalizzate allo sviluppo di competenze spendibili nelle future attività lavorative.

Il progetto rappresenta quindi un costruttivo esempio di collaborazione tra il mondo della scuola e il mondo della Banca, a beneficio di tutti i soggetti in gioco, in primis i giovani partecipanti che possono osservare da vicino la vita quotidiana di una grande Azienda.

All’interno della Banca gli studenti, lavorano con la metodologia flipped classroom o classe capovolta, che al posto delle tradizionali lezioni frontali, prevede continue attività collaborative e interattive, con i tutor aziendali costantemente impegnati nel facilitare i lavori.

Tutti gli argomenti trattati sono contestualizzati in attività operative, anche con visite presso gli uffici delle strutture centrali e il confronto con colleghi “testimonial”.

Gli studenti sviluppano competenze tecniche in ambiti come l’educazione finanziaria, il marketing di impresa, l’imprenditorialità, la creazione di start up e competenze trasversali tipiche di un contesto aziendale, come la comunicazione, il lavoro in team, il problem solving, l’organizzazione e la gestione del tempo.

Il 20 dicembre, a Milano, presso le Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo a Piazza Scala gli studenti del liceo artistico “U. Boccioni” concluderanno il primo anno dell’Alternanza Scuola Lavoro esponendo delle tavole e dei libri d’artista creati da loro stessi. I lavori sono stati realizzati nell’ambito del progetto “ Mitografie: Miti e riti nell’immaginario dei segni” e selezionati da una commissione composta dalle due istituzioni, museo e scuola, considerando la qualità dei lavori, l’impegno nella realizzazione e il livello di collaborazione di chi ha realizzato il lavoro. La mostra sarà aperta dal 21 dicembre 2017 al 9 gennaio 2018 dalle 10.00 alle 18.00.

Contenuti correlati