Libri Glen Noble Unsplash
Scuola

Editori, librerie e biblioteche: insieme per un'alternanza scuola-lavoro dentro i libri

10 Gennaio Gen 2018 1153 10 gennaio 2018
  • ...

Il progetto Libri Fuori-Classe promosso da AIE, AIB e Ali Confcommercio rappresenta un primo esempio nazionale di alternanza scuola-lavoro di filiera. Oltre 200 le realtà che hanno già aderito, disponibili ad accogliere gli studenti

Editori, librai e biblioteche, insieme per permettano alle ragazze e ai ragazzi di conoscere il mondo del libro e di prepararsi per una esperienza di lavoro in casa editrice, in libreria o in biblioteca, attraverso un’esperienza di Alternanza Scuola-Lavoro. Scoprire il mestiere dell’editore e il suo ruolo di innovatore, esplorare “l’oggetto libro”, con i suoi elementi caratteristici e cosa significa ideare una copertina, progettare un indice, presentare e promuovere un libro, ragionare sul tema della proprietà intellettuale, oppure entrare dentro la realtà quotidiana del lavoro in una casa editrice, in una libreria o in una biblioteca. “Libri Fuori-Classe”, il cui Protocollo d’intesa è stato firmato ieri al Miur, è il progetto per l’Alternanza Scuola-Lavoro ideato dai principali rappresentanti della filiera del mondo del libro: Associazione Italiana Editori (AIE), Associazione Librai Italiani (Ali Confcommercio) e Associazione Italiana Biblioteche (AIB), sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura. Questo progetto di alternanza per la prima volta investe tutta una filiera, ponendosi così come un’azione di sistema. Due i plus del progetto evidenziati dalla ministra Valeria Fedeli: da una parte «conoscere dall’interno la filiera del libro, comprenderne i meccanismi, entrare in contatto con tutte le professionalità legate al mondo del libro», dall'altra «avvicinare alla lettura, facendo un’operazione culturale encomiabile».

Sono oltre 200 le case editrici, librerie, biblioteche che hanno già aderito al progetto, in 17 regioni italiane (elenco aggiornato su www.librifuoriclasse.it): le scuole a partire dal 9 gennaio possono contattare direttamente le realtà aderenti per avviare un progetto di Alternanza. Si va da Mondadori a Garzanti, da De Agostini a Einaudi, passando da moltissime librerie del Libraccio, dalla storica Libreria dei ragazzi di Milano e diverse biblioteche comunali (fra cui quelle di Milano). Sulla piattaforma www.librifuoriclasse.com gli insegnanti possono scegliere gli argomenti da sviluppare fra i sei percorsi proposti, con le risorse per condurre operativamente le esperienze di scoperta del mondo del libro: una speciale “cassetta degli attrezzi” con tutte le istruzioni, i materiali di valutazione richiesti per i percorsi di Alternanza, schede per i lavori di gruppo, i tempi necessari, i luoghi dove svolgere le ricerche, suggerimenti operativi, le competenze da attivare. All’avvio del prossimo anno scolastico Libri Fuori-Classe metterà a punto anche un progetto di “impresa simulata”. Ogni singolo istituto potrà inoltre avviare la costituzione e la gestione di una biblioteca aperta al territorio.

Photo by Glen Noble on Unsplash

Contenuti correlati