Farmaci Pillola © LUIGI INNAMORATI:SINTESI
Salute

Aborto: le vendite della pillola dei 5 giorni dopo segnano un +764%

12 Gennaio Gen 2018 1114 12 gennaio 2018
  • ...

Il boom fra il 2014 e il 2015, dopo la decisione dell'Aifa di togliere l'obbligo di prescrizione medica per le donne maggiorenni. I dati nella Relazione 2016 al Parlamento in merito alla legge sull'aborto

Più 764%. È questo il balzo segnato in Italia, fra il 2015 e il 2014, dalle vendite della “pillola dei 5 giorni dopo”, la ellaONe. Nel 2014 erano state vendute 16˙796 confezioni, nel 2015 le vendite sono state 145˙101, molto più delle 83˙346 confezioni indicate nella versione trasmessa al Parlamento della Relazione 2016 sulla legge 194. La crescita è appunto del +763%. Tutti i dati sono scritti nella Relazione 2016 sull’attuazione della legge 194, presentata in sordina al Parlamento lo scorso 7 dicembre (dovrebbe essere presentata entro il mese di febbraio di ogni anno) e ora pubblicata sul sito del Ministero della Salute.



La Relazione fa il punto sui dati definitivi relativi agli anni 2914 e 2015. Nel 2015 il numero di IVG sono state 87˙639, una diminuzione del 9,3% rispetto al dato del 2014 (erano 96˙578, il 6.0% in meno rispetto al 2013). Continua quindi il calo degli aborti, più che dimezzati rispetto alle 234˙801 del 1983, anno in cui si è riscontrato il valore più alto in Italia. «Il maggior decremento osservato nel 2015, in particolare tra il secondo e terzo trimestre, potrebbe essere almeno in parte collegato alla determina AIFA del 21 aprile 2015 che elimina, per le maggiorenni, l’obbligo di prescrizione medica dell’Ulipristal acetato (ellaOne), contraccettivo d’emergenza meglio noto come “pillola dei 5 giorni dopo”», commenta il ministro Beatrice Lorenzin nella sua introduzione.

Allegati alle Relazione ci sono infatti i dati delle vendite dell’Ulipristal acetato (ellaOne), che mostrano un incremento significativo nel 2015 rispetto agli anni precedenti (7˙796 confezioni nel 2012, 11˙915 nel 2013, 16˙796 nel 2014 e 145˙1011 nel 2015). Approfondendo il dato trimestrale delle vendite dell’Ulipristal acetato per l’anno 2015 rispetto al 2014 si rileva che l’incremento delle vendite cresce in maniera significativa a partire dal secondo trimestre 2015 in cui è più che quintuplicato rispetto al 2014 (24˙733 vs 3˙729) e continua ad aumentare in maniera molto rapida nel terzo trimestre del 2015 (53˙016 vs 4˙001) per poi rallentare nel quarto trimestre 2015 (61˙755 vs 4˙991).



Nel 2016 il numero di aborti riferito dalle Regioni (dato non definitivo) è stato di 84.926, con una diminuzione del 3,1% rispetto al 2015, quindi con un ritmo di riduzione sensibilmente inferiore (nel 2015 erano steta il 9,3% in meno rispetto all'anno prima). Il 2016 comunque è il terzo anno consecutivo in cui il numero totale delle interruzioni volontarie di gravidanza effettuate in Italia è stato sotto le 100mila. Foto © LUIGI INNAMORATI/SINTESI

Contenuti correlati