Riforma Terzo Settore
Leggi e norme

Riforma del Terzo settore. Lo stato dell'arte

8 Febbraio Feb 2018 1041 08 febbraio 2018
  • ...

L'analisi, a cura del Forum del Terzo Settore, che esamina voce per voce gli aspetti previsti da tutti i Decreti legislativi (DPCM, Decreti ministeriali, interministeriali e linee guida) della Legge 106 indicando gli atti adottati e quelli in fase di elaborazione

Il Forum Terzo Settore ha predisposto un prospetto con tutti gli atti previsti dai vari Decreti legislativi: DPCM, Decreti ministeriali, interministeriali e linee guida.

La situazione al 26 gennaio 2018 è la seguente:

Il prospetto completo scaricabile in allegato, evidenzia in verde gli atti adottati, mentre giallo quelli in fase di elaborazione.

A seguire una sintesi degli atti adottati e di quelli in fase di elaborazione:

Per la Legge 106/16 è stato adottato lo Statuto della Fondazione Italia Sociale


Per il Codice del Terzo settore sono stati adottati:

  • l’art. 72, comma 3 – Definizione obiettivi generali aree prioritarie di intervento e linee di attività finanziabili con il Fondo
  • l’art. 73, comma 2 – Definizione obiettivi generali aree di intervento linee di attività
  • l’art. 76, comma 4 – Definizione modalità attuative per utilizzo contributo ambulanze e beni strumentali
  • l’art. 97, comma 3 – Composizione e funzionamento cabina di regia

Risultano invece in fase di elaborazione:

  • l’art. 6, comma 1 – Criteri e limiti per esercizio attività diverse
  • l’art. 62, comma 6 – Definizione disposizioni sul credito di imposta FOB e procedure concessione contributi
  • l’art. 64, commi 1 e 2 – Costituzione ONC e nomina componenti
  • l’art. 64, comma 3 – Nomina amministratori ONC
  • l’art. 65, comma 5 – Nomina componenti OTC
  • l’art. 83, comma 2 – Individuazione beni in natura che danno diritto a deduzione/detrazione di imposta e criteri e modalità di valorizzazione delle liberalità commi 1 e 2

Per il 5 per mille è in fase di elaborazione l’atto che comprende:

  • l’art. 4, comma 1 – Modalità di accreditamento
  • l’art. 5, commi 1 e 2 – Criteri di riparto della quota del 5 per mille, stabilendo l’importo minimo erogabile, e modalità di riparto delle scelte non espresse; modalità per il pagamento del contributo e termini per gli adempimenti dei beneficiari
  • l’art. 6, comma 2 – Modalità attuative delle disposizioni di accelerazione di riparto del 5 per mille in caso di dichiarazioni integrative

Per completezza di informazione si segnala che, a corollario di quanto sopra elencato, sono stati approvati:

  • 14 novembre 2017 – Decreto direttoriale n.326/2017 emanato dal Ministero del Lavoro contenente l’“Avviso n. 1/2017 per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza nazionale ai sensi dell’articolo 72 del decreto legislativo 3 luglio 2017, n. 117 – anno 2017”.
  • 28 novembre 2017 – Firmato protocollo d’intesa tra il Ministero del Lavoro, l’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC), l’Agenzia del Demanio (AD) e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI), finalizzato a conseguire un’efficiente gestione dei beni immobili pubblici inutilizzati e dei beni mobili e immobili confiscati alla criminalità organizzata, da destinare allo svolgimento delle attività degli enti del Terzo settore.
  • 21 dicembre 2017 – Decreto emanato dal Ministro del Lavoro di nomina del Comitato di gestione della Fondazione Italia Sociale.
  • Dicembre 2017 – Sottoscritti accordi di programma con tutte le Regioni e le Province autonome per il sostegno delle attività di organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale operanti a livello territoriale.
  • 29 dicembre 2017 – Circolare interpretativa emanata dal Ministero del Lavoro avente per oggetto prime indicazioni su questioni di diritto transitorio inerenti al Codice del Terzo settore.

Da forumterzosettore.it

Contenuti correlati