Luce Idee Riccardo Annandale Unsplash
Fondazione Ant

Migliorare la qualità dell'assistenza con Sprint4Ideas

9 Aprile Apr 2018 1619 09 aprile 2018
  • ...

Sarà lanciata ufficialmente il 18 aprile la call che premierà con 50mila euro l'idea più innovativa al servizio di chi assiste i malati di tumore al domicilio. Il bando nasce in occasione del quarantennale della Fondazione che dal 1978 porta cure specialistiche gratuite a casa dei pazienti oncologici. L'anteprima mercoledì 11 aprile al Tecnopolo Mario Veronesi di Mirandola

Migliorare la qualità della vita di chi è malato di tumore seguendo i binari su cui Fondazione Ant si muove da sempre: umanizzazione delle cure e nuove tecnologie al servizio della persona. Nasce anche da qui nell’occasione del suo quarantesimo anniversario “Sprint4Ideas”, la competizione che Ant lancia e che è finalizzata a trovare soluzioni ad alto contenuto innovativo per migliorare ulteriormente il modello assistenziale con cui, dal 1978, porta cure specialistiche gratuite a casa dei pazienti oncologici.
Una commissione di valutazione destinerà al primo classificato per la realizzazione del progetto un contributo di 50mila euro.

Il bando sarà presentato in anteprima l’11 aprile alle ore 17.30 al Tecnopolo Mario Veronesi di Mirandola (via 29 Maggio, 6) durante un incontro aperto agli associati di Confindustria Emilia Area Centro e a tutti gli interessati.

Il lancio ufficiale del bando si terrà, invece il 18 aprile a Exposanità a Bologna in sala Melodia alle ore 11.30 (Centro Servizi Blocco B) nel corso della tavola rotonda: “Sprint4ideas conciliare umanizzazione e tecnologia: AAA Cercasi innovazione e Sviluppo per assistenza domiciliare ai malati di tumore di Fondazione Ant”.

La call prosegue il percorso avviato da Ant nel 2016 con Look of Life, il progetto che sperimenta l’utilizzo a domicilio di una tecnologia innovativa come la realtà immersiva a scopi terapeutici, al fine di ridurre l’impatto negativo che l’isolamento socio-sensoriale può avere sui pazienti oncologici.
Con Sprint4Ideas Ant vuole ampliare ancora di più gli orizzonti, con l’obiettivo di trovare risposte ai bisogni concreti di pazienti oncologici assistiti a domicilio, delle loro famiglie e dello staff socio-sanitario attraverso medical devices, software, presidi sanitari innovativi, progetti di virtual reality, innovazione di processo e sistemi di supporto ai caregiver.

In particolare la call, sostenuta da Emil Banca, Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola, Igea Medical e Vivisol, apre il 18 aprile ed è rivolta a makers, innovatori, startup già avviate, piccole e medie imprese, laboratori di ricerca industriale e reti d’impresa costituite, in grado di cogliere un bisogno concreto legato alla quotidianità dei pazienti, dei loro familiari o di chi li assiste.

Una commissione di valutazione selezionerà cinque finalisti che risponderanno alla chiamata e, sulla base di diversi criteri, deciderà come destinare il contributo economico disponibile. Inoltre, grazie alla collaborazione con Réseau Entreprendre Italia, fino ad un massimo di tre neoimprese finaliste parteciperanno a un percorso di accompagnamento offerto dalla stessa Réseau Entreprendre Italia attraverso la propria rete di associazioni territoriali.

I progetti saranno valutati da una commissione composta da Matteo Cadossi, MD PhD vicepresidente Igea Medical, Lorenzo Chiari, professore ordinario del Dipartimento di Ingegneria dell’energia elettrica e dell’informazione “Guglielmo Marconi” dell’Università di Bologna, Chiara Gibertoni, direttore generale dell’Ausl di Bologna, Claudio Petronio AD di Vivisol – membro del gruppo consiliare dell’associazione servizi e telemedicina di Assobiomedica, Jacopo Tamanti, responsabile sanitario dell’assistenza domiciliare Ant, Aldo Tomasi Professore ordinario MD PhD Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – responsabile scientifico laboratorio TOP tossicologia e proteonica, Elisabetta Toschi, mechatronics and motoristics strategic development Aster, Silvia Varani, responsabile nazionale U.O. Formazione e Aggiornamento Scientifico Anr e Federica Sechi, direttore di Associazione Réseau Entreprendre Italia.

La modulistica per partecipare al bando sarà disponibile sul sito della fondazione.

In apertura photo by Riccardo Annandale/Unsplash

Contenuti correlati