Cooperazione internazionale

Ong, firmato l’accordo collettivo nazionale dalle reti LINK2007 e AOI

10 Aprile Apr 2018 1518 10 aprile 2018

A siglarlo con le organizzazioni non governative le sigle sindacali FeLSA CILS, NIdiL CGIL e UIL Temp. Il testo sottoscritto è adeguato alla nuova legislazione sul lavoro e disciplina i profili professionali, i compensi, le indennità, il riposo psicofisico, i motivi di recesso e risoluzione, la formazione, i diritti sindacali e di informazione, le assicurazioni integrative e garantisce maggiori tutele sociali

  • ...
20180409 112850
  • ...

A siglarlo con le organizzazioni non governative le sigle sindacali FeLSA CILS, NIdiL CGIL e UIL Temp. Il testo sottoscritto è adeguato alla nuova legislazione sul lavoro e disciplina i profili professionali, i compensi, le indennità, il riposo psicofisico, i motivi di recesso e risoluzione, la formazione, i diritti sindacali e di informazione, le assicurazioni integrative e garantisce maggiori tutele sociali

È stato firmato dalle reti di ONG/OSC, LINK2007 e AOI, il nuovo Accordo collettivo triennale 2018-2021 con le Organizzazioni sindacali FeLSA CILS, NIdiL CGIL e UIL Temp, per la regolamentazione delle collaborazioni coordinate e continuative e ogni forma di lavoro non subordinato che si svolga in Italia o all’estero in attività di cooperazione allo sviluppo e di aiuto umanitario.

Si tratta del rinnovo, adeguato alla nuova legislazione sul lavoro, di un Accordo collettivo ormai alla sua terza rielaborazione. Da circa un decennio infatti le ONG/OSC italiane sentono fortemente la necessità di veder riconosciuto il ruolo specifico che le operatrici e gli operatori, inseriti in progetti di aiuto umanitario, solidarietà e cooperazione allo sviluppo, svolgono sia all’estro che in Italia.

Il momento della firma dell'accordo

Fin nella premessa dell’Accordo viene sottolineato come le ONG/OSC svolgano un lavoro peculiare, spesso molto complesso, concepito come un dovere etico e di giustizia e anche proprio per questo la tutela e la valorizzazione dei personale impiegato diventa un elemento prioritario ed eticamente fondamentale.

L’Accordo collettivo è stipulato ai sensi del D. Lgs. 81/2015 considerate le previsioni contenute nella Legge 81/2017. E’ composto da articoli che disciplinano i profili professionali, i compensi, le indennità, il riposo psicofisico, i motivi di recesso e risoluzione, la formazione, i diritti sindacali e di informazione, le assicurazioni integrative e garantisce maggiori tutele sociali rispetto alle previsioni di legge, tra l’altro, in merito a malattia e maternità e di adeguate coperture assicurative.

L’Accordo collettivo si applica a tutte le ONG/OSC aderenti alle reti firmatarie AOI e LINK 2007 e vengono stabilite precise modalità per l’adesione delle altre ONG/OSC di cooperazione allo sviluppo riconosciute ai sensi della Legge 125/2014.

Determinante per raggiungere questo risultato è stata la disponibilità, a fianco di LINK 2007 e AOI, di Paolo Stern e Sara Di Ninno, consulenti del lavoro dello Studio Stern-Zanin.


Per leggere il testo dell'Accordo collettivo 2018-2021in versione integrale clicca qui

Contenuti correlati