Fondazione Arché

Maggio musicale a Quarto Oggiaro

2 Maggio Mag 2018 1613 02 maggio 2018

Primo appuntamento giovedì 3 maggio in Villa Scheibler per il concerto gratuito di Michele Benuzzi

  • ...
Musica Unsplash Aj O Reilly 29462
  • ...

Primo appuntamento giovedì 3 maggio in Villa Scheibler per il concerto gratuito di Michele Benuzzi

Tre concerti gratuiti, un’occasione per ascoltare della buona musica di qualità all’aperto, in piena primavera, ma anche per conoscere da vicino Fondazione Arché, le sue mamme e i suoi bambini, i volontari e gli operatori, il fondatore padre Giuseppe Bettoni e tutti gli amici e i sostenitori che lavorano dentro e intorno a questa grande opera che dal 1991 sostiene nuclei in difficoltà.

Arché torna con la seconda edizione del "Maggio Musicale" e anche quest’anno apre le sue porte con un programma musicale tutto da scoprire. Le novità sono molte. A partire dalla location, nella splendida Villa Scheibler, in via Felice Orsini 21 a Milano, dove ascolteremo il primo concerto, "Intorno a Bach".

Domani, ovvero giovedì 3 maggio alle ore 21, infatti, il musicista di fama internazionale Michele Benuzzi ci delizierà con il suo clavicembalo ripercorrendo, tra le altre, note opere di Bach. Il concerto è ad ingresso libero fino a esaurimento posti.

Ma il “Maggio Musicale” prosegue con altre due date: presto saranno comunicati gli altri due appuntamenti. “Ringraziamo il Municipio 8 del Comune di Milano per averci messo a disposizione Villa Scheibler nel quartiere di Quarto Oggiaro, una villa storica, fondata nel Quattrocento e che nella metà degli anni ’90 era un fortino dello spaccio e che ora, grazie all’impegno della cittadinanza, è un luogo di bene comune - ha detto padre Giuseppe Bettoni, presidente e fondatore della Onlus - Arché nel quartiere ha una delle sue Case Accoglienza per mamme e bambini e riteniamo importante entrare in dialogo con il territorio anche con proposte culturali, come il concerto di domani. La musica è un’esperienza ricca di tanti significati, basti pensare alla capacità di stare insieme, di suonare ognuno il proprio strumento con una partitura comune, curare l’espressione del tutto, andare a tempo… insomma è una metafora di quella che dovrebbe essere la nostra vita cittadina, la vita con gli altri: un’arte dello stare insieme”.

“Proprio come CasArché, la comunità di Arché a Quarto Oggiaro, è luogo di bellezza – racconta Ignazio Carbone, membro dell’Advisory Board di Arché ed ideatore dell’iniziativa – anche la musica classica è bellezza a sua volta. Il suo valore è senza tempo, il suo ascolto porta armonia nel cuore, infonde un senso di benessere e ti aiuta a raggiungere la parte più profonda della tua anima”.