Anffas

Ecco il nuovo consiglio direttivo di Anffas

18 Giugno Giu 2018 1014 18 giugno 2018

Nel corso dell’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie sono state rinnovate le cariche associative per il prossimo quadriennio. Confermato alla presidenza Roberto Speziale che ha dato appuntamento al 28, 29 e 30 novembre, quando a Roma si svolgerà l’evento che chiuderà le celebrazioni per i 60 anni dell'associazione

  • ...
Anffas 2018
  • ...

Nel corso dell’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie sono state rinnovate le cariche associative per il prossimo quadriennio. Confermato alla presidenza Roberto Speziale che ha dato appuntamento al 28, 29 e 30 novembre, quando a Roma si svolgerà l’evento che chiuderà le celebrazioni per i 60 anni dell'associazione

Si è svolta a Roma il 14 e 15 giugno l’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie Anffas Onlus. Nel corso della stessa sono state rinnovate le cariche associative, essendo giunto a scadenza il quadriennio del precedente mandato. Ecco i nomi di tutti i nuovi rappresentanti Anffas.
Confermato alla presidenza Roberto Speziale. I nuovi consiglieri sono Rossella Collina, Giancarlo, D'Errico, Maria Pia Di Sabatino, Giuseppe Giardina, Giordana Govoni, Bianca Maria Lanzetta, Graziella Lazzari Peroni, Salvatori Parisi, Angela Rita Pitzalis, Emilio Rota, Maria Cristina Schiratti, Mario Sperandini. Il collegio dei Probiviri è composto da Donato Bandecchi, Elena Beorchia, Davide Schiavon. I nuovi Revisori sono Giuliana Cavagnola, Maurizio Nicosia e Piero Sembiante.

Durante l’Assemblea è stata inoltre presentata, in assoluta anteprima, una nuova versione di “Matrici ecologiche e dei sostegni” adattata per permettere alle famiglie e agli operatori di disporre di un avanzatissimo sistema informatico per realizzare la valutazione multidimensionale per predisporre i progetti di vita previsti dalla legge L. 112/16 “Durante e dopo di noi”.
Sempre sul Dopo di Noi e sulla sua attuazione si è focalizzata, ovviamente, la relazione della Fondazione Nazionale Dopo di Noi Anffas che ha portato alla luce le tante differenze regionali e i progetti già attivati.

Dedicata anche una specifica sessione alla discussione e all’approfondimento della Riforma del Terzo Settore, considerati i grandi cambiamenti che questa porterà a tutto il mondo del Terzo Settore.
Presentato, infine, dal Consorzio Nazionale “La rosa blu” il nuovo piano formativo ulteriormente implementato.

A chiudere le celebrazioni sono state le consegne delle onorificenze alle persone che negli anni hanno dato un contributo significativo all’Associazione: la Rosa d’oro è stata conferita a Maria Villa Allegri, vicepresidente vicario di Anffas Nazionale, la Rosa di Diamante è stata dedicata alla memoria della fondatrice di Anffas, Maria Luisa Menegotto, e di Laura Mazzone, vicepresidente nazionale; la Tessera di Diamante è stata conferita a Rosina Zandano, presidente onorario di Anffas, a Fabrizio Ferrari e Franco Masciullo, già presidenti di Anffas Nazionale, e ad Enrico Delle Serre, portavoce della Piattaforma Italiana degli Autorappresentanti in Movimento che l’ha ritirata a nome di tutti gli Autorappresentanti, e una targa è stata data anche a Flavio Insinna per aver condiviso una tappa importante del percorso di Anffas.

«In 60 anni di vita Anffas non ha mai fatto mancare il suo appoggio e il suo sostegno alle persone con disabilità e alle loro famiglie e non ha mai cessato di lavorare per il rispetto dei diritti e il raggiungimento della reale e concreta inclusione sociale» afferma Roberto Speziale «le parole che abbiamo avuto modo di ascoltare sia direttamente in Assemblea sia attraverso i video, ne sono la prova e testimoniano il grande impegno e i numerosi sforzi che da ormai più di mezzo secolo la nostra grande famiglia porta avanti con il pregio di non essersi mai crogiolata sugli allori ma anzi, di aver sempre cercato di migliorarsi e di cambiare per restare al passo con i tempi e riuscendo a compiere quello che era l’obiettivo primario dei suoi fondatori: non solo dare voce alle persone con disabilità ma consentire loro di parlare e di rappresentarsi in prima persona ed è ciò che sta accadendo con gli autorappresentanti».

Continua il presidente: «Il futuro è con loro e non si torna indietro: se ne avrà una tangibile dimostrazione il 28, 29 e 30 novembre, quando a Roma si svolgerà l’evento annuale di Anffas (conclusivo delle celebrazioni del 60ennale) dal titolo “Anffas 60 anni di futuro. Le nuove frontiere delle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo”, articolato in plenarie e workshop - che avrà come location la Nuova Fiera di Roma e che vedrà la partecipazione di massimi esperti nazionali ed internazionali e soprattutto delle persone con disabilità intellettive che saranno impegnate in mostre d’arte, spettacoli teatrali, musicali e tanto altro. Vi aspettiamo!».

Contenuti correlati