Fondazione Sodalitas

Adriana Spazzoli confermata presidente

28 Giugno Giu 2018 1217 28 giugno 2018

La fondazione cambia governance passando da un sistema dualistico al modello monistico e multistakeholder. Una scelta che arriva con la conferma della guida per un altro triennio. «Il mio obbiettivo è che un numero ancora più ampio di imprese consideri la sostenibilità un fattore fondamentale di competitività, innovazione e qualità», ha sottolineato la presidente

  • ...
Maxresdefault
  • ...

La fondazione cambia governance passando da un sistema dualistico al modello monistico e multistakeholder. Una scelta che arriva con la conferma della guida per un altro triennio. «Il mio obbiettivo è che un numero ancora più ampio di imprese consideri la sostenibilità un fattore fondamentale di competitività, innovazione e qualità», ha sottolineato la presidente

Fondazione Sodalitas cambia governance. Come previsto dal nuovo Statuto approvato nei mesi scorsi, passa da un sistema dualistico al modello monistico e multistakeholder per dotarsi di una governance più agile, compatta e tempestiva.

Il Consiglio di Fondazione, composto da 15 rappresentanti delle imprese e 10 manager volontari, avrà il compito di definire e attuare le strategie della Fondazione per i prossimi tre anni.

Adriana Spazzoli

Il Consiglio ha confermato Adriana Spazzoli alla presidenza della Fondazione e ha nominato Alessandro Beda quale Consigliere Delegato.

Nel Consiglio, di cui fanno parte alcuni tra i più noti business leader delle aziende italiane, entra, inoltre, Carlo Bonomi Presidente di Assolombarda, l’organizzazione che ha promosso la nascita di Fondazione Sodalitas.

«Il mio obiettivo, come Presidente di Fondazione Sodalitas», ha spiegato Adriana Spazzoli, «è che un numero ancora più ampio di imprese consideri la sostenibilità un fattore fondamentale di competitività, innovazione e qualità. La Fondazione sarà impegnata a promuovere lo sviluppo di partnership multistakeholder tra imprese e organizzazioni nonprofit o imprese sociali, scuole, università, centri di ricerca e Istituzioni, che siano efficaci, in particolare, nel costruire una prospettiva di futuro per i giovani, operando per l’occupabilità e la piena cittadinanza delle giovani generazioni; nel contrastare le disuguaglianze sociali, rafforzando inclusione, occupazione e pari opportunità; nello stimolare un’innovazione sostenibile capace di migliorare la qualità della vita delle persone e di avere un impatto positivo su ambiente e territorio».

Nata nel 1995 su iniziativa di Assolombarda e un primo gruppo di imprese e manager volontari, Fondazione Sodalitas è diventata il punto di riferimento in Italia per la sostenibilità e la responsabilità sociale d’impresa. Oggi vi aderiscono circa 100 imprese leader del mercato italiano, che esprimono un valore economico pari al 40% del PIL e danno lavoro a un milione di persone e che rappresentano la punta più avanzata della business community che ha scelto di “fare impresa” in modo sostenibile. La Fondazione è, inoltre, partner delle Istituzioni europee e dei principali network internazionali, come CSR Europe, sui progetti di diffusione della sostenibilità.

Sodalitas può contare, inoltre, su un patrimonio unico, rappresentato dai propri manager volontari: professionisti che offrono gratuitamente le preziose competenze sviluppate in anni di attività ai più alti livelli manageriali nelle aziende italiane.