Slot Machines5
No Slot

Azzardo alla sbarra: inizia il 5 dicembre il processo nei confronti di un rappresentante del sistema

26 Novembre Nov 2018 1631 26 novembre 2018
  • ...

Una vicenda che vede coinvolti il Collettivo Senza Slot di Pavia e l'avvocato Massimiliano Pucci di Assointrattenimento sta per arrivare in Tribunale. La prima udienza il 5 dicembre a Bologna

Il 5 dicembre, a Bologna, inizia un processo che per la prima volta vede un rappresentante di categoria chiamato a rispondere delle proprie affermazioni. Parliamo dell'avvocato Massimiliano Pucci di As.Tro (Assointrattenimento 2007), che fa riferimento a SGI, Sistema Gioco Italia, a sua volta parte di Confindustria.

Di che cosa è chiamato a rispodere l'avvocato Pucci? I fatti risalgono a cinque anni fa. Precisamente al 18 maggio 2013, quando a Pavia si tejje una manifestazione nazionale contro l'azzardo liberalizzato. Tra i promotori, c'era anche il Collettivo Senza Slot che, alla manifestazione, aveva distribuito un volantino che non era piaciuto al presidente di Assotrattenimento 2007.

Il 20 maggio 2013, sul sito di As.Tro era comparso un articolo in cui - spiega il Collettivo Senza Slot - «eravamo duramente presi di mira, ci definiva una “cellula antagonista” e ci accusava di essere potenzialmente violenti e pericolosi per la democrazia». Il pezzo si concludeva con l’annuncio di imminenti azioni legali. Due giorni dopo, il 22 maggio, un altro comunicato spiegava che AS.TRO aveva presentato un esposto alla procura di Pavia, chiedendo di indagare.

Cinque anni dopo, dell’esposto, spiegano da Senza Slot, « si sono perse le tracce: era aria fritta. La parte divertente, invece, è che sarà al contrario Pucci a dover rispondere di diffamazione aggravata per le sue dichiarazioni e per gli articoli apparsi sul sito di Assotrattenimento. Nel decreto di citazione diretta a giudizio, il sostituto procuratore di Bologna Augusto Borghini scrive che le dichiarazioni di Pucci e gli articoli di AS.TRO ledono l’onore e la reputazione di Pietro Pace (proprietario di senzaslot.it) e l’immagine del collettivo Senza Slot. Il processo, dicevamo, comincia il prossimo 5 dicembre. Noi ci costituiremo parte civile, e chiederemo il risarcimento dei danni».

Contenuti correlati