Jungle In The City Singapore (Ph
Ambiente

Mantova, al via il primo forum mondiale sulle foreste urbane

27 Novembre Nov 2018 1213 27 novembre 2018
  • ...

È il primo appuntamento internazionale sull’urbanizzazione verde. 400 esperti da più di 50 Paesi al mondo discuteranno di soluzioni per rendere le città più sostenibili. Promosso dalla Fao, inaugura il 28 novembre e prosegue fino al 1° dicembre

A Mantova, dal 28 novembre al 1° dicembre, si tiene il World forum on urban forests, il primo Forum mondiale sulle foreste urbane, dedicato a individuare strategie per un’urbanizzazione sostenibile. Promosso dalla Fao e organizzato dal Comune di Mantova, dal Politecnico di Milano e da Sisef (Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale), il Forum è curato da un comitato scientifico di esperti diretto dall’architetto e urbanista Stefano Boeri e da Cecil Konijnendijk, professore della University of British Columbia.

Le città occupano solo il 3% della superficie del pianeta, ma consumano il 75% delle risorse naturali. Sono sempre più popolate e si prevede che, entro il 2050, 6 miliardi di persone abiteranno le aree metropolitane del mondo. Per fronteggiare tale crescita è necessario uno sviluppo urbano resiliente, che permetta di fronteggiare problemi delle città come la povertà, l’insicurezza alimentare e il degrado delle risorse naturali.

L’urbanizzazione “green” è una risposta concreta a questi problemi: le foreste e gli alberi in ambienti urbani e periurbani possono portare importanti vantaggi alle città, trasformandole in luoghi più verdi, quindi più sani e felici in cui vivere.

«La forestazione urbana, intesa come l’aumento esponenziale delle superfici verdi e alberate negli spazi urbani e periurbani delle metropoli del mondo, è oggi uno degli strumenti più efficaci per ridurre gli effetti catastrofici del cambiamento climatico e progettare un futuro migliore per le generazioni che abiteranno la Terra nei prossimi decenni», spiega Stefano Boeri.

Saranno presenti al Forum oltre 400 esperti provenienti da più di 50 Paesi di tutto il mondo: rappresentanti di governi nazionali e locali, istituti di ricerca e accademici, organizzazioni non governative, urbanisti, forestali, selvicoltori urbani, arboricoltori, architetti paesaggisti, designer e professionisti di molti altri settori, per discutere di soluzioni multidisciplinari per città più sostenibili.

Eletta per il secondo anno consecutivo città più verde d’Italia da Legambiente e Ambiente Italia, Mantova è il luogo ideale per ospitare questo primo appuntamento mondiale sulla forestazione urbana.

«La conferenza ha l’obiettivo di richiamare l’attenzione sull’importanza degli alberi, delle foreste e degli spazi verdi, nelle città di tutto il mondo. Lo scopo è anche quello di scambiare esperienze e riunire stakeholder-provenienti da diversi Paesi, regioni e città-che hanno fatto un lavoro importante creando e migliorando gli spazi verdi nelle città», spiega Eva Müller, direttrice della divisione delle politiche e delle risorse forestali della Fao.

L’urbanizzazione “green” non deve limitarsi alla creazione di nuove foreste, ma anche rigenerare spazi verdi esistenti, creare orti urbani, parchi e giardini, e dare vita a facciate di piante e tetti verdi.

Focus del dibattito, oltre all'importanza di integrare le infrastrutture verdi nelle città, anche i benefici delle foreste urbane sul benessere della popolazione: il verde urbano offre spazi per la socializzazione, favorisce stili di vita salutari e incrementa la coesione sociale.

Foto di apertura: Jungle in the city, Singapore. ©Ruben Castor Ranin

Contenuti correlati