Terapia Ricreativa Dynamo
Fondazione Dynamo

Da Dynamo Camp il primo master in Italia in Terapia Ricreativa

24 Gennaio Gen 2019 1222 24 gennaio 2019
  • ...

Nato in stretta collaborazione con l’Università Vita-Salute San Raffaele prenderà il via il 28 marzo ed è finalizzato alla formazione teorica e pratica di operatori delle professioni sanitarie che lavorano per migliorare la funzionalità motoria, sociale e cognitiva del paziente preso in carico. Sarà possibile iscriversi al corso fino al 19 febbraio

Prenderà il via il 28 marzo il Master di I livello in Terapia Ricreativa, nato da una stretta collaborazione tra l’Università Vita-Salute San Raffaele, Dynamo Camp Onlus e Dynamo Academy, finalizzato alla formazione teorica e pratica di operatori delle professioni sanitarie che realizzano percorsi di Terapia Ricreativa che lavorino per migliorare la funzionalità motoria, sociale e cognitiva del paziente preso in carico. Sarà possibile iscriversi al corso fino al 19 febbraio.

Il master, primo e unico nel suo genere in Italia, intende fornire le competenze mediche e psicologiche utili per applicare al meglio la Terapia Ricreativa a beneficio dei pazienti, per preparare professionisti che sappiano assistere i malati cronici, dalla pediatria alla geriatria, nello sviluppo e/o recupero delle abilità necessarie per una qualità della vita soddisfacente, in relazione alle esigenze della comunità e dei singoli individui.

«Negli Stati Uniti, dove la Terapia Ricreativa è nata, si è sviluppata anche a livello accademico ed è ormai da decenni riconosciuta come uno strumento di intervento, sviluppo sanitario e servizi per la persona, gli operatori sono 19.000. Segnale della validità di un metodo che, come testimoniano anche gli effetti positivi riscontrati nei bambini e negli adolescenti ospiti di Dynamo Camp, è tempo diventi una competenza riconosciuta anche per le figure professionali sanitarie in Italia. In questa direzione abbiamo istituito il master, che non solo apre una prospettiva nuova e interessante, ma si traduce in una vera e propria sfida, tanto per noi quanto per il Paese», ha sottolineato il professor Roberto Cavallaro, direttore del master.

Il percorso, rivolto a figure professionali sanitarie come fisioterapisti, terapisti della riabilitazione, infermieri, psicologi e educatori, integra l’acquisizione, dai professori UniSR, di conoscenze mediche e psicologiche, di tecniche riabilitative motorie e psicologiche con l’insegnamento di Terapia Ricreativa da parte di professori statunitensi.

Alla formazione interdisciplinare si aggiungeranno 600 ore di tirocinio presso la realtà nazionale che declina la Terapia Ricreativa in modalità strutturata, ovvero Dynamo Camp Onlus. Il master è realizzato anche grazie a un contributo non condizionante di Novartis e BMW.


Per tutte le info clicca qui

Contenuti correlati