Definitiv Bahrami Rea
Progetti

"Bach is in the air": insieme per l’integrazione

25 Gennaio Gen 2019 1650 25 gennaio 2019
  • ...

Il Teatro Sistina di Roma vedrà sul palco, lunedì 28 gennaio, il "nostro" Danilo Rea e il musicista iraniano di fama internazionale Ramin Bahrami: un grande concerto a quattro mani dedicato alla solidarietà sociale e all’integrazione, introdotto da un intervento della scrittrice Simonetta Agnello Hornby

Il Teatro Sistina di Roma ospiterà, lunedì 28 gennaio, la serata-evento “Bach is in the Air”, che vedrà insieme sul palco Danilo Rea e il pianista iraniano di fama internazionale Ramin Bahrami per un grande concerto a quattro mani dedicato alla solidarietà sociale e all’integrazione, introdotto da un intervento della scrittrice Simonetta Agnello Hornby. Due pianoforti e una voce (Simonetta Agnello Hornby ha da poco pubblicato "Nessuno può volare" in cui insieme al figlio George, colpito dalla Sla, affronta il tema della disabilità) per uno spettacolo, organizzato dal Rotary Club Sud di Roma, finalizzato a raccogliere fondi principalmente per i progetti Happy Camp e, nell’ambito del più ampio progetto Sinergie per la pace, Rondine - Cittadella della Pace. Due esempi di integrazione, tra disabili e normodotati e tra i popoli, fortemente sostenuti dal Presidente del Rotary Club Roma Sud Gianni Vivona, che ha affermato: «Con Sinergie per la pace e Happy Camp vogliamo fornire un contributo culturale alla società di oggi attraverso due esempi reali di integrazione».

Happy Camp: il campo della felicità. Un’esperienza concreta di convivenza tra persone al di là delle differenze, nella quale per la prima volta nella sua storia, il Rotary Club Roma Sud si cimenterà per 4 giorni (dal 25 al 28 aprile 2019) ospitando gli amici portatori di disabilità che verranno individuati insieme alle associazioni romane Opera Don Guanella, Comunità di Sant'Egidio, Associazione Italiana Persone Down (AIPD) e Istituto Leonarda Vaccari. Lo scopo del progetto è dare una testimonianza pratica di integrazione sociale. Il campo, infatti, non richiede la presenza di personale specializzato ma ha la forte ambizione di dimostrare come sia possibile la coesistenza tra persone disabili e non, e come spesso i pregiudizi possano privarci della conoscenza profonda di personalità straordinarie negando loro opportunità di una vita piena.

Sinergie per la pace è progetto internazionale per la costruzione di pace tra i popoli per il quale il Rotary Club Roma Sud, insieme a molti altri club romani, francesi e tunisini, si impegna a fare da ponte tra Roma, Parigi e Tunisi, dove si svolgeranno tre eventi che coinvolgeranno grandi opinion leader. Per il 2019 è stato sposato il progetto di Rondine - Cittadella della Pace, un eccezionale esempio di unione e superamento dell’odio tra i popoli già riconosciuto dal Presidente Mattarella e da Papa Francesco.

Foto di apertura: Danilo Rea e Ramin Bahrami

Contenuti correlati