Acri Quirinale1 1
Povertà educativa

Presentati a Mattarella i progetti di Con i Bambini

30 Gennaio Gen 2019 1044 30 gennaio 2019
  • ...

Il Comitato di Indirizzo Strategico del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile ha presentato ieri al Presidente della Repubblica le attività realizzate

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto ieri al Quirinale una delegazione del Comitato di Indirizzo Strategico del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La delegazione è stata composta da Giuseppe Guzzetti, presidente di Acri; Giorgio Righetti, direttore generale di Acri; Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore; Carlo Borgomeo, presidente dell’impresa sociale “Con i Bambini” e dal nuovo Presidente del Comitato stesso, l’onorevole Stefano Buffagni, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, che ha preso il posto di Tommaso Nannicini.

«Istruzione e più equa distribuzione delle opportunità per i giovani sono due dei capisaldi individuati dal Presidente della Repubblica nel suo recente discorso di fine d’anno», ha dichiarato il presidente di Acri Giuseppe Guzzetti. «Il Fondo per il contrasto della povertà educativa che abbiamo presentato oggi al Quirinale è attivo proprio su questo fronte. Attraverso un approccio innovativo esso sta chiamando a raccolta l’intera comunità educante, dalle famiglie alle scuole, dalla società civile alle istituzioni locali, fino agli stessi minori: tutti sono coinvolti in questa grande operazione di riscatto comunitario».

Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile è uno dei più importanti progetti collettivi delle Fondazioni di origine bancaria, che nel loro insieme hanno messo a disposizione 360 milioni di euro negli ultimi tre anni (2016-2018), grazie a un apposito credito d’imposta concordato con il Governo. Si tratta di un’innovativa partnership pubblico-privato che vuole farsi carico della povertà educativa degli oltre 1,2 milioni di minori in povertà assoluta in Italia. Gli interventi finanziati puntano a a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Con le risorse stanziate dal Fondo finora sono stati avviati 272 progetti in tutta Italia, che hanno raggiunto oltre 400mila bambini e ragazzi. Con la Legge di Bilancio 2019 il Fondo è stato rifinanziato per un altro triennio.

«Oltre 1 milione di minori vive oggi in condizione di povertà assoluta nel nostro Paese. Un dato allarmante che grazie al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile si sta cercando di arginare. Il Fondo rappresenta una grandissima opportunità per i nostri giovani ed una sfida importante per il Paese: quella di rifondare una cultura educativa che guidi i ragazzi ed i minori verso il futuro, migliorando la vita delle nostre comunità. Il Terzo settore è pronto ad accompagnare questo cambiamento ed esprimiamo la nostra piena gratitudine al Presidente Mattarella che ieri ci ha ricevuti»: così il commento di Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore.

Contenuti correlati