CYF Conf
Formazione

Code your future: corsi di coding gratuiti per rifugiati e persone in difficoltà economica

8 Marzo Mar 2019 1510 08 marzo 2019
  • ...

Sei mesi di formazione gratuita per costruire quelle competenze digitali che il mercato chiede. È il programma proposto da Code Your Future, una non profit inglese che ora sbarca a Roma. Forte dei risultati: il 70% dei suoi studenti ha trovato lavoro

Il coding può essere la chiave che apre un futuro diverso da quello che sembrerebbe già scritto? È questa la scomessa – anzi la certezza – di Code Your Future, un di coding gratuito di sei mesi rivolto a rifugiati, a richiedenti asilo e in generale a tutte le persone in difficoltà economica. A proporlo è Code Your Future, una non profit nata nel 2016 nel Regno Unito: 7 persone su 10, fra quante hanno partecipato al programma, sono diventati web developer e hanno trovato un lavoro in campo tecnologico. Ora Code Your Future sbarca in Italia, con il supporto di LVenture Group. Sarà proprio LVenture Group a ospitare i corsi nel suo Hub dell’innovazione presso la Stazione Termini di Roma: un’occasione di contaminazione con un ecosistema unico, dove ogni giorno startup, corporate, mentor e advisor fanno innovazione. Il programma prevede una formazione informatica in ambito HTML, CSS, Java Script, React and Node più corsi d’inglese e potenziamento delle soft skills.

In Italia, sul mercato del lavoro, c’è una forte carenza di nuove professionalità in ambito digitale, mentre la domanda queste professionalità è in costante crescita (la Commissione Europea ha stimato in 800.000 il numero dei nuovi posti di lavoro necessari entro il 2020 in questo ambito e solo in Italia sono oltre 200.000 i lavoratori con queste competenze richiesti dalle imprese entro il 2023). Code Your Future si pone l’obiettivo di far crescere le competenze digitali oggi richieste dal mercato del lavoro in persone che si trovano in una situazione di partenza di maggior svantaggio. «Nel loro percorso personale di vite interrotte, studi incompleti o sfide di integrazione, molte di queste persone desiderano nuove opportunità di apprendimento. Vogliamo fornire competenze che portino a nuove carriere professionali piuttosto che a lavori occasionali. Crediamo che il lavoro sia il modo più veloce per dare dignità a una persona e raggiungere l'integrazione nella società. Le nuove professionalità digitali sono meritocratiche e senza frontiere perché si basano su competenze concrete: chiunque, proveniente da qualsiasi background socio-culturale, possa avere le stesse opportunità», afferma Germàn Bencci, Founder di Code Your Future (in foto, sulla destra, di spalle). Per Luigi Capello, CEO di LVenture Group (in foto al centro), «sostenere un programma di successo come Code Your Future rientra nel concetto di “give back”. Vogliamo mettere a disposizione il nostro know-how e l’ecosistema unico che si sviluppa nel nostro Hub. Code Your Future può rappresentare però una grande occasione anche per le nostre startup, continuamente alla ricerca di nuovi talenti da inserire nei loro team».

Per candidarsi a Code Your Future è necessario iscriversi online al sito https://application-process.codeyourfuture.io/, entro il 7 aprile. Le lezioni partiranno il 4 maggio a Roma.