MIlano Duomo Pixabay
Iniziative

Migrazione sanitaria arriva la guida “Milano solidale”

17 Aprile Apr 2019 1724 17 aprile 2019
  • ...

L’associazione A casa lontani da casa presenta una panoramica immediata e fruibile dei servizi offerti dal capoluogo lombardo a chi è costretto ad alloggiare lontano da casa per motivi di salute. Uno strumento utile a malati e famigliari. L’opuscolo sarà distribuito negli ospedali e nelle strutture di accoglienza della rete associativa e online

Sono quasi 800mila le persone che in Italia si spostano per motivi sanitari. Una migrazione che si mobilita per il bisogno di cure specialistiche e che in Lombardia conta oltre 150mila persone, tra malati e familiari, che giungono da tutta Italia per essere curati in strutture sanitarie specializzate. Le Regioni di provenienza sono principalmente: Campania, Puglia, Calabria, Sicilia, Lazio, che costituiscono il 50% delle persone ricoverate da fuori regione; seguono Veneto, Liguria, Toscana e Emilia-Romagna.
Per sostenere le famiglie nella gestione di questi faticosi trasferimenti l’associazione A Casa Lontani da Casa, nata come progetto nel 2013 per rispondere al fenomeno della mobilità sanitaria mettendo in rete oltre 40 strutture di alloggio solidale, ha presentato “Milano Solidale”, la Guida ai Servizi per il malato che viene da lontano.

Un’iniziativa il cui valore - ricorda una nota - è stato riconosciuto anche dal Comune. «Le opportunità che una città come Milano può offrire a chi arriva qui per curarsi o per assistere un suo caro nel processo di cura e guarigione sono tantissime. E i grandi numeri, si sa, portano con sé il rischio della dispersione» ha commentato l’assessore comunale alle politiche sociali, salute e diritti Pierfrancesco Majorino (nella foto durante la presentazione). «L’importanza dell’iniziativa della guida Milano solidale sta proprio nell’aver fatto sintesi, creando una guida pratica che risponde alle domande più urgenti che una persona si pone quando arriva in un luogo che non conosce. Siamo contenti di essere stati accanto all’associazione “A casa lontani da casa” in questo lungo percorso che speriamo possa continuare in futuro».

Oggi, l’organizzazione dell’assistenza tende a ridurre la durata del ricovero ospedaliero. Questo fenomeno in crescita determina un aumento delle esigenze di alloggio temporaneo, soprattutto nel periodo pre e post-intervento, per consentire al paziente di portare a termine con successo il proprio percorso di cura presso la struttura specializzata di riferimento.
La ricerca di alloggio, però, non è l’unico bisogno sociale generato dalla migrazione sanitaria; le difficoltà legate al trasferimento dal proprio comune di residenza sono svariate e articolate e comprendono per esempio il tema dei trasporti e della mobilità nella nuova città, dei servizi dedicati a supporto della famiglia (dalle babysitter a chiamata, alle colf, ai servizi domiciliari di vario genere,...), dell’offerta di servizi specifici per le persone malate ma anche dell’offerta cittadina per il tempo libero.

«Milano Solidale nasce dalla lunga esperienza acquisita da “A Casa Lontani da Casa”nell’ascolto e aiuto di chi viene a Milano a farsi curare», sostiene l’Ing. Guido Arrigoni, presidente di A Casa Lontani da Casa. «Queste persone sentono la città difficile e ostile, perché arrivano in condizioni di salute ed economiche precarie e senza avere idea della grande offerta di proposte che Milano mette a disposizione. La nostra Guida vuole valorizzare questa ricchezza ed essere un primo aiuto informativo in risposta alle domande più frequenti di parenti e accompagnatori di pazienti in cura presso le nostre strutture sanitarie».

Questa Guida nasce per offrire una panoramica immediata e fruibile dei servizi offerti dalla città di Milano a chi è costretto ad alloggiare lontano da casa per motivi di salute. Nata da un lavoro di ricerca e di relazione, non pretende di essere la fotografia completa ed esaustiva di tutte le offerte del territorio, ma piuttosto un “orientamento di primo soccorso” tra le realtà operanti nella città di Milano, che sono autonome, indipendenti e uniche responsabili dei propri servizi.
L’obiettivo è quello di favorire l’accessibilità ai servizi esistenti e disponibili che spesso restano inutilizzati a causa della mancanza di connessione e visibilità.

La Guida contiene informazioni a tutto tondo: da quelle di tipo logistico, su come arrivare e dove dormire a Milano, come muoversi in città (servizi di accompagnamento, mezzi pubblici e privati), ai servizi di supporto psicologico, di assistenza alla persona, servizi medici, infermieristici e complementari. Ci sono poi informazioni pratiche che riguardano le necessità domestiche (spesa a domicilio, supermercati aperti 24h), la gestione dei bambini (scuola, babysitter, supporto psicologico e pediatrico, ecc.) e il tempo libero.

I servizi individuati sono erogati da realtà non profit e profit molto diverse tra loro e per questo alcuni sono completamente gratuiti, mentre per altri è richiesto un pagamento o un rimborso minimo, a seconda del soggetto operante. La selezione è stata infatti costruita su una logica di bisogno e funzionalità e non di gratuità.

La Guida ai Servizi Milano Solidale sarà distribuita negli ospedali e nelle strutture di accoglienza della rete A Casa Lontani da Casa, mentre la versione ononline sarà sempre consultabile sul portale dell’associazione.

Contenuti correlati