Dynamo Adventure Challenge 7
Dynamo Camp

Divertirsi facendo fundraising? Torna la Team Challenge

6 Maggio Mag 2019 1750 06 maggio 2019
  • ...

L’appuntamento, alla 7° edizione, è per il 25 e 26 maggio a Limestre, con gran fondo di bicicletta, trail run, torneo di tennis, adventure e, in squadra, una divertentissima treasure hunt in stile Dynamo

È stata presentata a Roma Dynamo Team Challenge 2019, progetto che coniuga un’experience articolata in quattro sfide sportive e una caccia al tesoro - organizzate in un ambiente naturale caratterizzato da sostenibilità e conservazione - e la causa sociale di Dynamo Camp, che da 12 anni offre in modo gratuito programmi di Terapia Ricreativa a bambini e ragazzi con gravi patologie e alle loro famiglie.

Il progetto è stato presentato da Giovanni Malagò, Presidente CONI, ente patrocinatore, e Serena Porcari, Vice Presidente di Dynamo Camp. Insieme a loro Giovanni Bruno, editorialista di Sky Sport, media partner. La presentazione, condotta da Stefano Vegliani, giornalista sportivo, ha avuto la partecipazione di Raffaella Reggi e Silvia Salis che, insieme a Marco Saligari e Davide Camicioli, si sono cimentate in anteprima nelle sfide della Team Challenge.

L’ispirazione a grandi eventi internazionali Dynamo Team Challenge si ispira a iniziative come l’americana Pan Massachussets Challenge e le National Geograpich Expedition, per le quali sono fondamentali la partecipazione e la consapevolezza che la propria adesione abbia un impatto sociale, ambientale e culturale. Pan Massachusetts Challenge, uno dei principali eventi sportivi di raccolta fondi in Nord America, ha raccolto in 39 anni di storia, dal 1980, 660 milioni di $ per la ricerca contro il cancro. Le National Geographic Expedition, esperienze in luoghi straordinari alla scoperta del pianeta, hanno un motto ispiratore: parafrasandolo, “when you engage with us you make a difference”.

La storia di Dynamo Team Challenge
La manifestazione, nata nel 2013 come Dynamo Bike Challenge, gran fondo di bicicletta organizzata in partnership con Federciclismo, ha aggiunto negli anni corsa, attività outdoor e tennis, per far vivere al meglio il luogo meraviglioso che è Dynamo Camp, nel contesto di Oasi Dynamo, affiliata WWF, 900 ettari sull’Appennino tosco-emiliano, gestiti dall’omonima società agricola. Dal 2013 sono stati oltre 2.500 i partecipanti, che hanno aggregato 9.200 donazioni, totalizzando una raccolta fondi di oltre 1 milione di euro, a cui si sono aggiunti 550.000 € di sponsorizzazioni. La raccolta fondi 2019, creata dai partecipanti, ha oltrepassato a questo momento quota 107.000 euro. «Siamo orgogliosi di presentare la settima edizione di un progetto che abbina una grande esperienza sportiva alla raccolta fondi per Dynamo Camp», ha dichiarato Serena Porcari, «grazie al sostegno dei nostri partner, Coni, Federciclismo, Sky Sport, Novartis e tutti gli sponsor. Grazie ai partecipanti, aziende e individui che si mettono in gioco in modo attivo per far conoscere e sostenere la nostra Onlus. Insieme all’obiettivo di raccolta fondi, siamo felici di far vivere il luogo meraviglioso che è Dynamo Camp, inserito in un’Oasi naturalistica privata affiliata WWF».

Lo scopo sociale e la raccolta fondi
La totalità dei fondi raccolti sostiene Dynamo Camp, il progetto di Terapia Ricreativa per bambini affetti da patologie gravi e croniche, provenienti da tutta Italia, che possono trascorrere gratuitamente in questo luogo vacanze di 9 giorni. Il week end da segnare sul calendario per le sfide sportive di Dynamo Team Challenge è quello del 25 e 26 maggio, ma la sfida solidale parte con l’iscrizione: si forma la propria squadra e si apre sul sito la propria pagina di personal fundraising, con obiettivo minimo di 100 euro , raggiungibile con il sostegno di amici, colleghi, conoscenti. Chiunque può contribuire alla raccolta fondi, anche da casa, sostenendo una squadra con una donazione direttamente al sito dedicato.

Il luogo
Il territorio di Oasi Dynamo, in ambiente preappenninico, compreso tra i 500 e i 1100 m s.l.m., si presenta boscato e alle quote più alte si aprono ampie superfici costituite in prevalenza da prati-pascolo, con ampie visuali sui crinali dolci dell’Appennino Tosco-Emiliano e sulle vette calcaree della Val di Lima e delle Apuane più in lontananza, fino scorgere, nei pomeriggi limpidi, il Tirreno. Nelle zone più alte sono estese le faggete e alle quote inferiori boschi di castagno. Tra le specie animali si trovano popolamenti ornitici e popolazioni di macromammiferi, tra cui gli ungulati, come daino e muflone, e popolazioni autoctone di cinghiale, cervo, capriolo, oltre a superpredatori quali l’aquila e il lupo.

Squadre
Dynamo Team Challenge ha visto nelle prime edizioni la partecipazione di squadre di amici e sostenitori Dynamo e di squadre aziendali, anche internazionali, che tornano ogni anno. La cultura della raccolta fondi è aumentata negli anni e numerose squadre e individui accrescono i propri obiettivi e risultati. Tra le squadre aziendali, allargate a amici e familiari, già iscritte nel 2019: Babolat, Banca Generali, BHGE Nuovo Pignone, Bnp Paribas, Cisco Family&Friends, Dell Technologies, Enel, GSK & Friends, Invitalia, Novartis, Poste Italiane. Tra le squadre di amici: Ski Racing Team Silvaplana-Champfèr, dalla Svizzera, SUDSUD, con una squadra proveniente dalla Sicilia, Sci Accademico Italiano, Stromboli per Dynamo, tutte presenti dalla prima edizione, La Tenda.

Contenuti correlati