Open Arms
Migranti

Nessun favoreggiamento, archiviata indagine su Open Arms

15 Maggio Mag 2019 1617 15 maggio 2019
  • ...

Il Gip di Catania, Nunzio Sarpietro, ha archiviato l'inchiesta aperta nei confronti del comandante Marc Reig Creus e del capo missione Ana Isabel Montes Mier della nave della ong spagnola Proactiva Open Arms per lo sbarco di Pozzallo di 218 migranti a marzo 2018. Un'altra evidenza giudiziaria che dimostra l'assenza di legami tra "trafficanti" e navi della società civile

Nessun favoreggiamento all’immigrazione clandestina e tantomeno nessun legame con i “trafficanti”. Il Gip di Catania, Nunzio Sarpietro, accogliendo la richiesta della Procura etnea guidata dal Procuratore Carmelo Zuccaro, ha archiviato l'inchiesta aperta nei confronti del comandante Marc Reig Creus e del capo missione Ana Isabel Montes Mier della nave della ong spagnola Proactiva Open Arms. I due componenti dell’equipaggio erano indagati per associazione per delinquere finalizzata all'immigrazione clandestina per lo sbarco a Pozzallo avvenuto a marzo del 2018 di 218 migranti soccorsi al largo della Libia.

#ULTIMAHORA La fiscalía de Catania solicita el archivo de la causa contra Marc Reig y Anabel Montes de, capitán y jefa...

Geplaatst door Proactiva Open Arms op Dinsdag 14 mei 2019

La notizia è stata resa nota dai legali della ong, gli avvocati Alessandro Gamberini e Rosa Emanuela Lo Faro, che hanno avuto risposta dalla Procura distrettuale di Catania alla loro richiesta di conoscere lo stato del procedimento.

Attraverso un comunicato stampa la ong spagnola scrive: «Siamo felici di apprendere che un ulteriore passo verso la verità è stato fatto, ribadiamo di aver sempre operato nel rispetto delle convenzioni Internazionali e del diritto del mare e che continueremo a farlo mossi da un unico obiettivo: difendere la vita e diritti delle persone più vulnerabili».

«Siamo fiduciosi che le evidenze giudiziarie che stanno emergendo in questi ultimi mesi, potranno costituire un argine verso le scellerate politiche europee e sapranno ricostruire con chiarezza una tragica pagina storica, quelle delle migliaia di vite annegate nel Mediterraneo Centrale e del silenzio dell’Europa», conclude la ong.

">loading...

Contenuti correlati