Avis Donazione
AVIS

84ma Assemblea generale: una rete solidale con 2 milioni di donazioni

20 Maggio Mag 2019 1101 20 maggio 2019
  • ...

Oltre 2 milioni di donazioni di sangue e emocomponenti e 1.300.000 soci iscritti: sono i dati ufficiali con cui si è conclusa ieri l’84ma Assemblea generale di Avis Nazionale a Riccione

Oltre 2 milioni di donazioni di sangue e emocomponenti e 1.300.000 soci iscritti: sono i dati ufficiali con cui si è conclusa ieri l’84ma Assemblea generale di Avis Nazionale a Riccione (Rn).

Per tre giorni, 1.200 delegati in rappresentanza di 3.400 sedi hanno dibattuto sul tema “Reti solidali: le nuove rotte del volontariato del dono”.

Nel telegramma di saluto inviato, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha riaffermato che “il generoso apporto di tante donne e uomini che donano il proprio sangue, garantisce le risorse necessarie per sostenere le quotidiane battaglie contro la malattia e conferma il vitale ruolo del volontariato in favore della crescita sociale e civile del nostro Paese”.

La relazione introduttiva del Presidente e gli interventi delle delegazioni hanno poi toccato argomenti come la difesa della donazione di sangue e plasma etica, l’invecchiamento della popolazione con il conseguente calo delle donazioni e le necessità di un sistema sanitario e trasfusionale che sappia conciliare la contrazione di risorse e personale con servizi trasfusionali che garantiscano la massima qualità e sicurezza.

Gianpietro Briola

Il Presidente nazionale, Gianpietro Briola, ha così sintetizzato i lavori: «È stata un’Assemblea di grande partecipazione, confronto e dibattito, come deve essere in un’Associazione che ha 92 anni di storia e vuole confrontarsi con le tante sfide che oggi la attendono. Sono sfide, in ambito sociale, sanitario e trasfusionale, che sono complesse e richiedono un impegno quotidiano e un orizzonte di lungo periodo. Nessuna soluzione potrà però mai arrivare se ci dimenticheremo la nostra natura di associazione di volontariato e la centralità dei donatori di sangue e dei pazienti beneficiari del dono».

Sono state molte le autorità che hanno portato un saluto ai lavori: il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il vicesindaco del comune di Riccione, Laura Galli e il vicepresidente della commissione Igiene e sanità del Senato, Stefano Collina. Altri saluti sono arrivati dal presidente SIMTI, Pierluigi Berti, dal direttore CNS, Giancarlo Liumbruno, dal Ministero della salute con la dott.ssa Maria Rita Tamburrini e dal presidente dell’Avis regionale Emilia Romagna, Maurizio Pirazzoli.

Presenti a Riccione anche le presidenti di AIDO, Flavia Petrini, e ADMO, Rita Malavolta, e il prefetto di Rimini, Alessandra Camporota.

Nella giornata di domenica l’Assemblea ha dialogato con Claudia Fiaschi (portavoce del Forum terzo settore) e Massimo Giusti (segretario generale degli ONC dei CSV) e approfondito il tema della disabilità, con le interviste –di Elisabetta Soglio (direttrice Corriere della sera – Buone Notizie) – allo scrittore Iacopo Melio e al campione di sci nautico Daniele Cassioli.


Per i dati associativi al 31 dicembre 2018 clicca qui

Contenuti correlati