Caffo Ok
Società civile

Telefono Azzurro, sempre più un riferimento per i bambini

12 Luglio Lug 2019 0751 12 luglio 2019
  • ...

La storica Onlus italiana, da oltre 30 anni punto di riferimento nella difesa dei diritti dell'infanzia sarà seguita da Eprcomunicazione

Quando parliamo dell’infanzia non possiamo non pensare all’Onlus Telefono Azzurro. Uno degli enti di garanzia per l’infanzia che, dal 1987, supporta bambini e adolescenti che vivono situazioni di abuso e disagio e che ha istituito un numero verde totalmente gratuito contribuendo alla salvaguardia di tante piccole vite. Un servizio, supportato da altre iniziative negli anni, come una linea completamente a vantaggio di educatori, genitori ed altre figure di formazione nata alcuni anni dopo.

Oggi la società si è evoluta, così come i pericoli da affrontare, e Telefono Azzurro ha deciso di affiancare al tradizionale numero verde un servizio altamente digitalizzato sui canali di riferimento dei giovanissimi, dai social a whatsapp e, ancora, alle mail. Per fare questo, la storica Onlus si avvarrà della collaborazione di eprcomunicaziione per l'affiancamento professionale nelle sue molteplici attività di comunicazione.

Dopo numerosi progetti portati a termine con successo negli anni passati, l’agenzia romana lavorerà sulle media relation e l’ufficio stampa, con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il ruolo di Telefono Azzurro come fonte autorevole sui temi di attualità legati al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza, in particolare sui temi del bullismo e cyberbullismo, dello sfruttamento e abuso sessuale e della pedopornografia.
Inoltre l’area digital di eprcomunicazione si occuperà dell’implementazione dei contenuti del nuovo portale azzurro.it, on line nelle prossime settimane, e della gestione dei canali social della Onlus.

Telefono Azzurro – commenta Camillo Ricci, amministratore unico di eprcomunicazione – ha segnato una parte importante della nostra storia. Lavorare di nuovo insieme è per tutti noi motivo di grande soddisfazione non solo professionale ma anche personale: era infatti Paolo Palleschi, il fondatore di eprcomunicazione recentemente scomparso, ad essere impegnato in prima persona nella consulenza di comunicazione a fianco del prof.Ernesto Caffo. Riprendiamo quindi con passione e grande voglia di far bene un cammino nel segno della nostra grande attenzione ai temi della sostenibilità sociale”.