Terzo settore

Cresce la rete di Vita, nuove adesioni al suo Comitato editoriale

4 Settembre Set 2019 1449 04 settembre 2019

Dallo scorso giugno ci sono stati ben 4 ingressi nella nostra community, e, significativamente, si tratta di quattro organizzazioni che guardano al mondo, impegnate in attività di cooperazione internazionale. Ecco l’identikit delle quattro nuove organizzazioni

  • ...
Ok Comitato Editoriale Ott 2016
  • ...

Dallo scorso giugno ci sono stati ben 4 ingressi nella nostra community, e, significativamente, si tratta di quattro organizzazioni che guardano al mondo, impegnate in attività di cooperazione internazionale. Ecco l’identikit delle quattro nuove organizzazioni

Previsto dallo Statuto di VITA, il Comitato Editoriale ne costituisce il cuore pulsante, segno della natura pubblica e partecipata del suo percorso editoriale, sin nel suo atto fondativo. Una vera e propria community operativa sulla comunicazione e rappresentazione del peso e delle storie del Terzo settore italiano, partecipata dalle più importanti organizzazioni, oltre 60, in rappresentanza di oltre 52.000 associazioni territoriali.

Il Comitato Editoriale interagisce e collabora con la Redazione, fornendo spunti di riflessione e linee di indirizzo per l’attività editoriale. Il Comitato Editoriale è anche un tavolo di lavoro tra associazioni, giornalisti ed esperti per costruire campagne di mobilitazione, di attivazione civica e di comunicazione su istanze del Terzo settore.

Dallo scorso giugno ci sono stati ben 4 ingressi nella nostra community, e, significativamente, si tratta di quattro organizzazioni che guardano al mondo impegnate in attività di cooperazione internazionale. Ecco l’identikit delle quattro organizzazioni:

1. CIFA è un’organizzazione non governativa nata nel 1980 a Torino, impegnata a migliorare le condizioni di vita dei bambini in situazione di bisogno o in stato di abbandono e a tutelare i loro diritti fondamentali. L’impegno pluriennale di CIFA si caratterizza attraverso l’adozione internazionale, strumento con cui viene garantita una famiglia a quei bambini cui non è data la possibilità di crescere in un ambiente familiare adeguato all’interno del proprio Paese. Attraverso progetti di cooperazione internazionale a favore dell’infanzia, realizzati con il pieno coinvolgimento di partner locali, CIFA previene il fenomeno dell’abbandono e promuove i diritti dei bambini. I progetti di CIFA favoriscono il miglioramento delle condizioni di vita dei bambini e delle comunità in cui vivono, il soddisfacimento dei loro bisogni primari quali acqua, cibo, assistenza sanitaria, istruzione e protezione, il rispetto dei loro diritti.

2. Missioni Don Bosco nasce nel 1991 in Italia per accompagnare i missionari e le missionarie di Don Bosco che in 133 Paesi, in oltre 3.500 case salesiane, portano istruzione e formazione professionale ai bambini e ai giovani in difficoltà attraverso lo stile missionario tipico della congregazione: una presenza e uno stile improntati sulla comprensione e sulla valorizzazione delle realtà culturali, sociali e religiose con le quali vengono a contatto. L’obiettivo è portare sviluppo nei paesi svantaggiati e offrire un sostegno alle popolazioni in difficoltà non solo con aiuti immediati e interventi emergenziali, ma soprattutto con un’azione mirata a trasmettere ai minori a rischio valori e strumenti che permettano loro di diventare soggetti attivi nello sviluppo sociale del proprio paese. Un’azione che vuole crescere nel tempo per offrire a sempre più bambini e ragazzi l’opportunità di ricevere un’educazione, di costruirsi un futuro con le proprie mani attraverso strumenti concreti, in particolar modo quelli della formazione professionale e dell’avviamento al lavoro.

3. A.F.Ma.L. è una Organizzazione Non Governativa fondata nel 1979 dalla volontà di Fra Pierluigi Marchesi. Riconosciuta ONG dal Ministero degli Esteri italiano nel 1988 e iscritta nell’elenco nazionale dei partner della Protezione Civile dal 2004. Patrocinata e supportata dall’Ordine Ospedaliero San Giovanni Di Dio, nei Paesi in via di sviluppo migliaia di bambini sono costretti a vivere in condizioni di estrema povertà, senza avere accesso ai servizi sanitari di base, compromettendo inevitabilmente il loro stato di salute. I Fatebenefratelli hanno prestato soccorso ad oltre 40 milioni di persone portando professionisti qualificati nelle aree più povere del mondo, perché il nostro principio fondamentale è che non c’è dignità laddove non esiste il diritto alle cure di base.

4. Siscos. Nel febbraio del 1980 si costituisce una segreteria comune a disposizione delle ONG idonee ai sensi dell’allora legge 38 /1979 sulla cooperazione, con lo scopo di fornire servizi di assistenza nello svolgimento delle pratiche amministrative correlate con l’impiego di volontari in servizio civile. Nel 1982 le federazioni rappresentative delle ONG costituiscono la Siscos, ente senza finalità di lucro, tramite il quale l’iniziale attività di segreteria comune si struttura in un vero e proprio servizio di affiancamento degli organismi, con servizi informativi, assistenziali e assicurativi. Rispondendo alle esigenze pratiche emerse nel corso degli anni e grazie all’esperienza acquisita, la Siscos è andata specializzandosi nell’assistenza assicurativa.
I servizi sono rivolti a ONG, Onlus e Associazioni che svolgono attività di cooperazione internazionale e che hanno necessità di tutelare con adeguate coperture assicurative il personale impiegato in progetti di sviluppo.
La Siscos, mette a disposizione delle organizzazioni un pacchetto di polizze assicurative studiate appositamente per dare la massima tutela a quanti operano in condizioni ambientali, climatiche e sociali difficili e una struttura operativa per l’assistenza ai singoli assicurati.

per info e adesioni scrivi a

comitato@vita.it

Contenuti correlati