Conte95
Governo

Conte: ripartiamo dal dialogo sociale, dalla sobrietà nelle parole e dall'operosità nell'azione

9 Settembre Set 2019 1255 09 settembre 2019
  • ...

Ecco alcuni passaggi dell'intervento programmatico del premier Giuseppe Conte alla Camera dei deputati di questa mattina. Non più un ministero dedicato: le deleghe per la disabilità verranno assunte dalla Presidenza del Consiglio.

Ecco alcuni passaggi del discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte alla CAnera dei deputati questa mattina:

Sobrietà nelle parole

“Io e tutti i miei ministri prendiamo il solenne impegno, oggi davanti a voi, a curare le parole, ad adoperare un lessico più consono e più rispettoso delle persone, della diversita' delle idee”.

Contro gli ignobili attacchi social, serve sobrietà contagiosa Non posso non stigmatizzare insulti a Bellanova e De Micheli. Mi auguro che la sobrieta'" della maggioranza "possa essere contagiosa e orientare positivamente i comportamenti dei cittadini, a iniziare dall'uso responsabile dei social-network, che non di rado diventano ricettacoli di espressioni ingiuriose e di aggressioni verbali. Non posso non stigmatizzare, ancora una volta, gli ignobili attacchi indirizzati, nei giorni scorsi, a due mie ministre, la senatrice Teresa Bellanova e l'onorevole Paola De Micheli, alle quali rinnovo la mia partecipe vicinanza".

"Questo governo sarà anche particolarmente sensibile nella promozione del pluralismo dell'informazione. Ringrazio, in proposito, la stampa, per il suo insostituibile ruolo di 'termometro' della democrazia: la garanzia di un'informazione libera, imparziale e indipendente è uno dei nodi nevralgici che definiscono l'affidabilità e la tenuta del nostro Paese e delle sue istituzioni".

Migrazioni

Sui Migranti, Conte ha affermato che occorre: “Istituire corridoi umanitari europei Solidarietà tra stati Ue, con von der Leyen già punti convergenza Roma. È una delle azioni che il governo italiano promuoverà presso l'Ue per fronteggiare il tema immigrazione, non possiamo più prescindere da un'effettiva solidarietà tra gli Stati Membri dell'Unione Europea. Questa solidarietà finora è stata annunciata, ma non ancora realizzata. Ho rappresentato con convinzione questa nostra visione ai principali leader europei e continuerò a farlo nel Governo che sta nascendo, nei rapporti con i Paesi partner e i nuovi Vertici europei, da subito con iniziative concrete che devono farci uscire, tra l'altro, da gestioni emergenziali. Su questo le nostre strutture sono già al lavoro. Ma anche con azioni lucide e coerenti con il nostro approccio, come ad esempio l'istituzione di corridoi umanitari europei". "I contatti che ho prontamente avviato con la neo-Presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen - ha spiegato Conte - hanno già consentito di individuare punti di convergenza decisamente promettenti. Le sfide globali attualmente in corso richiedono l'affermazione di un 'multilateralismo efficace', importante e irrinunciabile punto di riferimento per un Paese come il nostro che vuole evitare di uscire ridimensionato da un confronto condotto su scala globale. Su questo decisivo aspetto l'Italia si muoverà con coerenza in tutte le sedi opportune e di concerto con gli altri Stati membri dell'Unione europea, a partire dai vertici del G7 e del G20. Così mi sono del resto posto ancora in occasione dei recenti Summit G20 di Osaka e G7 di Biarritz".

Conte sottolinea la necessità di un approccio strutturale e non più emergenziale, "anche attraverso una normativa che persegua la lotta al traffico di persone e all'immigrazione clandestina, ma che affronti più efficacemente i temi dell'integrazione per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri. Rivedremo la disciplina relativa alla sicurezza alla luce delle osservazioni formulate dal presidente della Repubblica. Non si può più prescindere da un'effettiva solidarietà con gli altri paesi europei".

Asili nido gratis per redditi bassi

"Scuole e università di qualità, asili nido e servizi alle famiglie, specialmente quelle con figli, saranno dunque le prime leve sulle quali agire. Il primo, immediato intervento sarà sugli asili nido. Questo governo si adopererà per la cancellazione totale della retta degli asili nido a partire dal 2020-2021" per i redditi più bassi.

Disabilità

Non più un ministero dedicato: le deleghe per la disabilità verranno assunte dalla Presidenza del Consiglio. Esattamente una settimana fa, il presidente Conte incontrando le associazioni di persone disabili (qui articolo) dichiarava di ritenere la Presidenza del Consiglio dei Ministri come“l’attore più forte e migliore per assumere quelle competenze istituzionali, ricomporre l’improduttiva frammentazione politica ed amministrativa a cui fino ad oggi abbiamo assistito, attuare sistematicamente la Convenzione ONU, innovare le politiche nel nostro Paese superando l’assistenzialismo e le risposte settoriali, promuovere l’inclusione e garantire il diritto di cittadinanza a tutti”.
Archiviato, quindi, l’esperimento del Ministero per la disabilità, bene così!

Dialogo sociale

"Ci aspetta un lavoro intenso. Servono idee, determinazione e visione per procedere senza incertezze, nella consapevolezza che abbiamo un'occasione unica per migliorare il Paese in cui viviamo e che affideremo ai nostri figli". "I cittadini, che in questi anni hanno vissuto gli effetti di una crisi senza precedenti, richiedono alle istituzioni coraggio e alle forze politiche di mettere da parte nuovi egoismi e vecchi rancori, di proiettare lo sguardo in avanti". "Avviamo con coraggio, da oggi, una stagione di rilancio e di speranza, fondata sul dialogo e sul confronto, a tutti i livelli. Sul fronte interno, ascolteremo gli attori della vita sociale e civile, a partire dagli attori istituzionali. Ascolteremo le parti sociali, le associazioni di categoria, i rappresentanti del variegato mondo del terzo settore".

Contenuti correlati