Coopxscuola De Bellis Latini Bernareggi
Sostenibilità

Coop per la scuola è #ambientefuturo

17 Settembre Set 2019 1315 17 settembre 2019
  • ...

Un evento allo Zelig per presentare la campagna 2019. L’obiettivo, accanto a quello di sostenere le iniziative a favore delle scuole, è puntare sull’educazione ambientale con progetti su misura per i bambini e i ragazzi dalla materna alle medie. Alla presentazione hanno partecipato il comico Vincenzo Comunale e Makkox, che ha disegnato le storie legate all’iniziativa

Sono quasi 5mila le scuole che a una settimana dal lancio dell’iniziativa “Coop per la scuola” – partita il 9 settembre - hanno già aderito. Per presentare la nuova campagna che quest’anno è dedicata interamente ad #ambientefuturo nel tardo pomeriggio di lunedì 16 settembre allo Zelig di viale Monza a Milano è stato realizzato un evento che ha visto presenti il vicepresidente di Coop Lombardia, Alfredo De Bellis; l’Ad di Coop Italia, Maura Latini e il presidente di Ancc-Coop, Luca Bernarreggi (nella foto in apertura). Una presentazione dai toni “leggeri” e che ha giocato molto sull’ironia e la comicità grazie alla presenza di Vincenzo Comunale giovane talento di Zelig che con la sua performance, molto partenopea, ha affrontato i temi della gestione dei rifiuti mentre il disegnatore e blogger Marco Dambrosio in arte Makkox che con le sue vignette e storie (parte integrante della campagna) ha giocato sui temi della sostenibilità ambientale.

Quello verso la scuola è un impegno che nasce da lontano, ha ricordato De Bellis: nel 1980 le prime iniziative ma è cinque anni fa che «Coop Lombardia accanto ai percorsi educativi ha aggiunto la campagna “Coop per la scuola”. Incontrando gli insegnanti ci eravamo resi conto che servivano anche materiali didattici e informatici e abbiamo pensato a come rispondere…». L’iniziativa dalla Lombardia si è prima diffusa in Piemonte e Liguria e infine a livello nazionale, dimensione che le ha permesso di crescere aumentando i premi nel catalogo per le scuole. «Sostenibilità è una parola abusata», ha messo sull’avviso Maura Latini ricordando che servono tre elementi fondamentali: l’attenzione all’ambiente, alle persone cioè all’etica del lavoro e alla comunità «e i prodotti realizzati in modo sostenibile devono essere acquistabili e acquistati, altrimenti è solo opera di comunicazione. Questa è la grande sfida». Latini ha poi sottolineato come quello che si sta vivendo adesso sia un momento particolare «gli incendi di quest’estate dolosi in Amazzonia e naturali in Siberia hanno riportato l’attenzione su fenomeni gravi e poi c’è Greta e la sua chiamata ai coetanei. E questo può fare la differenza».

Da parte sua il presidente Bernareggi ha ricordato che in questa iniziativa che ha visto migliaia di scuole, milioni di studenti e centinaia di migliaia di insegnanti raggiunti «Coop è stata la prima e poi altri sono arrivati. Il 27 settembre i ragazzi ci chiedono di non preoccuparci solo dei numeri. Noi siamo chiamati a garantire le filiere per esempio vendendo pomodori che non generano schiavitù e la scuola è il luogo in cui acquisire consapevolezza di tutto ciò».


A chiudere la presentazione della campagna 2019, Makkox (nella foto) che ha raccontato il dietro le quinte e la nascita dei due personaggi un gufetto saggio e Sergio Gabbiano Lercio «l’accoppiata funziona», ha osservato il disegnatore confessando di proiettare se stesso proprio nel gabbiano, «la mia è la generazione cresciuta negli anni Ottanta, ma i brief che mi fornivano alla Coop hanno fatto crescere la mia consapevolezza ambientale».

Collegata alla campagna per le scuole anche una raccolta punti per i clienti Coop che ha come premi i prodotti della nuova linea Re-Generation Smemoranda, realizzata con un tessuto prodotto con un filato derivante dal riciclo di bottiglie in Pet (se per l’astuccio servono due bottiglie per il borsone weekend ne sono servite 27).

Contenuti correlati