Unknown 4
Fondazione Rava

Come il volontariato aziendale fa bene alle comunità

20 Settembre Set 2019 1611 20 settembre 2019
  • ...

560 dipendenti della Boston Consulting Group, sono arrivati a Cascia per una giornata di volontariato aziendale con la Fondazione Francesca Rava. E si sono impegnati nella realizzazione delle attività a supporto del rilancio delle comunità colpite dal sisma. Con loro anche Martina Colombari, da oltre 10 anni sostenitrice, volontaria e testimonial della fondazione

560 persone di Boston Consulting Group (BCG), sono arrivate in Valnerina da tutta Italia per una giornata di volontariato aziendale e si sono impegnate nella realizzazione delle attività a supporto del rilancio delle comunità colpite dal sisma.

Incontro, conoscenza e dialogo sono state anche il cuore di una grande festa in piazza che si è tenuta alla fine della giornata per riunire la comunitá. Durante la serata, alla presenza del sindaco di Cascia Mario De Carolis, è stato inaugurato il parco giochi realizzato e donato da BCG in collaborazione con Fondazione Francesca Rava.

Dopo il sisma la Fondazione ha realizzato due scuole per i bambini di Cascia e contribuito alla riapertura dell'ospedale della Valnerina. Come segno di riconoscenza per questo impegno il comune e la cittadinanza, con una breve ma molto emozionante cerimonia, hanno voluto dedicare i giardini a Francesca Rava, mancata 20 anni fa, sorella di Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione.

Sono state diverse le attività svolte dai dipendenti di Boston Consulting Group: nella piazza principale di Cascia è stato ricostruito l'arredo urbano e piantato un roseto. Le rose, infatti, rappresentano uno dei simboli della cittadina. Sono state ripulite e decorate le pareti interne dei muri degli edifici scolastici. Un tratto della pista ciclabile che attraversa Cascia è stato arricchito dalla costruzione di un'area gioco a disposizione dei più giovani.

Per Giuseppe Falco, Amministratore delegato di BCG Italia, Grecia, Turchia e Israele, "Questo progetto nasce in risposta alle richieste di rilancio che la comunità locale esprime con forza, e per realizzarlo BCG e Fondazione Francesca Rava intendono anche ricondurre l'attenzione pubblica su questo territorio ancora in difficoltà a tre anni dal sisma. La vera ricostruzione va ben oltre il pur fondamentale intervento sugli edifici e le infrastrutture: si estende alla ricomposizione del tessuto sociale, alla valorizzazione del patrimonio artistico-culturale e alla ripartenza dell’economia ".

"Dopo la ricostruzione di 8 scuole", aggiunge Mariavittoria Rava, "la Fondazione Francesca Rava torna nelle terre colpite dal sisma insieme a BCG con questo innovativo progetto di volontariato aziendale che punta alla riattivazione dell'economia locale. Abbiamo messo in campo la nostra competenza nelle relazioni umane, nella collaborazione con le Istituzioni, di lavoro nelle comunità in difficoltà, elementi che sono parte del nostro impegno quotidiano in Italia e nel mondo. Mi auguro che le 500 persone di BCG diventino ambasciatori con noi di queste terre".

Con loro anche Martina Colombari, da oltre 10 anni sostenitrice, volontaria e testimonial della Fondazione. Insieme a Mariavittoria Rava e al Sindaco, Martina Colobari ha visitato le 2 scuole che la Fondazione ha donato ai bambini di Cascia nel 2017, l'Ospedale della Valnerina che la Fondazione ha contribuito a riaprire nel 2018, e ha incontrato la Protezione Civile che in questo giorno di volontariato ha coinvolto i 500 volontari di BCG in esercitazioni d'emergenza.