Foto Fiocco Rosa Con Fiori
Gomitolorosa

Mille sciarpe solidali per le Donne Coraggiose

24 Settembre Set 2019 1121 24 settembre 2019
  • ...

Un progetto nato dalla collaborazione tra Gomitolorosa onlus e l’associazione I Folletti Laboriosi. Durante “l’ottobre rosa” – mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno – vedrà la distribuzione dei manufatti realizzati con 400 chilometri di filo di lana recuperata. L’iniziativa sosterrà i progetti di ricerca sui tumori femminili di Fondazione Umberto Veronesi. A Milano il 5 e 6 ottobre le sciarpe saranno distribuite in occasione della PittaRosso Pink Parade, oltre che donate alle Pink Ambassador del progetto Pink is Good

Solidarietà e salvaguardia dell’ambiente con Gomitolorosa onlus vanno a braccetto: l’associazione, infatti, non solo recupera la lana italiana in esubero trasformandola da rifiuto speciale in gomitoli colorati, ma favorisce anche il lavoro a maglia come strumento terapeutico per il recupero individuale del benessere psico-fisico.
In vista del mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno “l’ottobre rosa” è nato il progetto “Donne Coraggiose” che vede la collaborazione tra Gomitolorosa e l’associazione I Folletti Laboriosi (organizzazione nata a Torino le cui volontarie si dedicano a ricamo, cucino, lavoro a maglia e uncinetto) per ricordare le “follette” che non ci sono più. Obiettivo del progetto è quello di portare un messaggio di vicinanza e solidarietà alle donne che si trovano ad affrontare il tumore al seno. Oltre mille sciarpe simbolo del “fiocco rosa” sono state create a mano con amore dagli “Amici de Il filo che unisce”, il network nazionale di amanti del lavoro a maglia, impegnati in progetti solidali.

«Questo progetto è la risultante di un percorso di sensibilizzazione alla problematica che colpisce un gran numero di donne, nato dal desiderio di una volontaria, che vivendo il dramma del cancro, ha sottoposto alla nostra attenzione l'esigenza della vicinanza e della condivisione nel periodo della malattia», spiega Gabriella Coletta presidente dell’associazione I Folletti Laboriosi. «Coniugando, così, arti manuali e valori di solidarietà, è nato il progetto dedicato a coloro che lottano, con l'intento di rendere sensibili gli animi affinché questo percorso doloroso e delicato, sia supportato da rispetto, affetto e vicinanza».
«Siamo felici di aver raggiunto questo straordinario obiettivo proprio nei giorni del nostro settimo compleanno orgogliosi di essere ormai solidamente percepiti come parte integrante del movimento anti-spreco e solidale, sulla scia di quanto cominciato da Umberto Veronesi con il recupero delle arance e delle azalee invendute. La lana è calore e civiltà. Nulla di meglio per esprimere vicinanza a chi è ammalato», dichiara Alberto Costa, senologo oncologo e presidente Gomitolorosa.

E sarà proprio Fondazione Umberto Veronesi la realtà - scelta insieme da Gomitolorosa e Folletti Laboriosi - destinataria del progetto Donne Coraggiose. Una parte delle sciarpe “fiocco rosa” sarà donata alle Pink Ambassador del progetto Pink is Good di Fondazione Umberto Veronesi in occasione della PittaRosso Pink Parade, in programma domenica 6 ottobre a Milano, come espressione di solidarietà delle tante persone che hanno voluto contribuire con la loro opera manuale ad arricchire questo progetto, molte delle quali pazienti di tumore al seno.

Le sciarpe “fiocco rosa” saranno inoltre donate a tutte le donne che hanno vissuto o stanno vivendo il tumore al seno che vorranno passare al banchetto dedicato, durante i due giorni della PittaRosso Pink Parade, il 5-6 ottobre, in piazza del Cannone a Milano. Inoltre, le sciarpe “fiocco rosa” potranno essere donate alle donne di tutti i partecipanti alla manifestazione a fronte di una donazione minima di 15 euro, fondi che saranno devoluti a Fondazione Umberto Veronesi per la ricerca sui tumori femminili. Un regalo da portare ricco di grandi significati positivi.

Sono 5000 i gomitoli rosa utilizzati per questo progetto e sono stati creati salvando ben 500 kg di lana di scarto che Gomitolorosa onlus ha recuperato dall’ambiente trasformandola da rifiuto speciale a risorsa solidale.
La lavorazione dei 5000 gomitoli ha richiesto oltre 12.500 ore di lavoro a maglia, producendo benessere alle persone che hanno svolto questa attività. La realizzazione delle sciarpe fiocco rosa ha coinvolto oltre 50 gruppi di lavoro a maglia, scuole, associazioni della terza età, un migliaio di persone alimentate dallo straordinario impulso della solidarietà.
Del resto, solidarietà, benessere e attenzione all’ambiente sono i principi cardine della mission di Gomitolorosa.

In una nota la onlus ringrazia l'Us Sassuolo Calcio femminile che ha voluto testimoniare il proprio supporto: il team sportivo, durante la preparazione al Mapei Footbal center di Sassuolo si è fatto fotografare con la sciarpa “fiocco rosa”, mentre il progetto di maglia solidale è stato reso possibile dal contributo di: Fondazione per la Formazione Oncologica, Mapei Spa

Contenuti correlati