1511564809 Sicurezza Sul Lavoro
Anmil

Sicurezza sul lavoro al centro della 69esima "Giornata Anmil"

8 Ottobre Ott 2019 1426 08 ottobre 2019
  • ...

Presentata l'edizione 2019 della Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro che sarà celebrata domenica 13 ottobre. Quest'anno l'evento principale si terrà a Palermo. Tre gli spot di sensibilizzazione che richiamano in chiave “lavorativa” tre fiabe: Pinocchio, La bella addormentata nel bosco e Peter Pan, condividendo lo slogan “Non raccontiamoci favole…sul lavoro non c’è sempre il lieto fine”

Presentata oggi a Roma, dal presidente dell’Anmil Zoello Forni e dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo, la 69ª edizione della Giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro che sarà celebrata domenica 13 ottobre, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.
In tutta Italia saranno organizzate dalle sedi Anmil manifestazioni territoriali cui prenderanno parte le massime istituzioni in materia per confrontarsi sui dati relativi al fenomeno infortunistico e su cosa è necessario fare per una maggiore sicurezza sul lavoro.

La presentazione della Giornata nazionale è stata l’occasione per parlare della campagna di sensibilizzazione intitolata “Non raccontiamoci favole”, appositamente realizzata per l’associazione dal regista Marco Toscani e che dal 7 ottobre è in onda sulle reti Rai mentre dal 1° settembre fino al 13 ottobre è sugli schermi degli autogrill grazie al supporto di Autostrade per l’Italia.

I tre spot richiamano in chiave “lavorativa” tre fiabe: Pinocchio, La bella addormentata nel bosco e Peter Pan attraverso il personaggio di Capitan Uncino e condividono lo slogan “Non raccontiamoci favole…sul lavoro non c’è sempre il lieto fine”.
Gli attori della Campagna, che si sono resi disponibili a titolo gratuito, sono: Alessandro Opizzi nel personaggio del Principe Azzurro, Camilla Schiavi nella Bella addormentata nel bosco, Stefano Scotti è Pinocchio e Mario Calderaro interpreta Capitan Uncino.

«Gli spot sono accomunati dallo slogan “Non raccontiamoci favole… sul lavoro non c’è sempre il lieto fine”. Un modo per dire, con una punta di amarezza, che nella realtà gli incidenti sul lavoro hanno finali tutt’altro che favolistici. Per sottolineare la valenza universale di questo drammatico tema, gli spot sono stati tradotti in diverse lingue: italiano, inglese, spagnolo e giapponese» ha detto il presidente Zoello Forni. «La Campagna dell’Anmil arriva in un momento purtroppo decisamente negativo per il fenomeno infortunistico: lo scorso anno sono stati denunciati all’Inail oltre 645mila infortuni, di cui 1.218 mortali. Gli incidenti mortali sono aumentati, rispetto allo scorso anno, di ben il 6%, con una media di oltre 3 morti ogni giorno. Un bollettino che sta proseguendo, con la stessa gravità, anche nel 2019».
Il presidente dell’Anmil, sottolineando quanto il contesto attuale sia molto preoccupante ha dichiarato di aver «accolto con favore l’impegno annunciato dal Governo già all’indomani del suo insediamento, sia attraverso le parole del Presidente Conte che della ministro Catalfo, di elaborare un Piano strategico per la sicurezza nei luoghi di lavoro, proposta peraltro che l’Anmil aveva avanzato già un anno fa in occasione della Giornata Nazionale del 2018. Un impegno che ha portato in poco tempo alla convocazione di un Tavolo di confronto e che dovrà produrre - ci auguriamo - interventi rapidi e soprattutto incisivi. Senza dubbio dobbiamo fare di più per aumentare e migliorare controlli e sanzioni, ma a monte, e in attesa che questo auspicabile obiettivo possa realizzarsi, dobbiamo lavorare a fondo sulle coscienze e sulla cultura della sicurezza, attraverso azioni immediate che potrebbero essere coordinate dall’Inail, in qualità di garante della salute e sicurezza dei lavoratori».

La manifestazione principale della Giornata per le vittime del lavoro si svolgerà quest’anno a Palermo. Dopo la Messa in suffragio dei caduti sul lavoro nella Chiesa di S. Maria della Pietà (ore 9) alle ore 10.30 è in programma la Cerimonia civile nel Complesso dello Spasimo, con gli interventi del sindaco di Palermo, Leoluca Orlando; del presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci; del presidente regionale Anmil, Antonino Capozzo; del presidente territoriale Anmil, Rosario Conti; del sottosegretario al Lavoro, Francesca Puglisi; del presidente nazionale Anmil, Zoello Forni; del Presidente Inail, Franco Bettoni e del vice presidente del Civ Inail, Marco Abatecola.

In contemporanea ai lavori della Cerimonia civile, alle ore 10.30, una nutrita delegazione di invalidi del lavoro di circa 500 persone si recherà al Monumento dedicato alle vittime del lavoro, creato dallo scultore Vittorio Gentile, (posto nei giardini di Via Campolo) per inaugurare il restauro dell’opera curata dal Comune di Palermo che sarà rappresentato dal vice sindaco Fabio Giambrone e dall’assessore alla Cultura Adham Darawsha; per l’Anmil ci sarà il vice presidente territoriale Salvatore Plescia e i presidenti delle varie Sedi Territoriali Anmil intervenuti.

Contenuti correlati