Sanità

Cittadinanzattiva su taglio superticket: finalmente realtà una norma richiesta da tempo

16 Ottobre Ott 2019 1805 16 ottobre 2019

Così Gaudioso, segretario generale: “Aver deciso di eliminare il super ticket è un passaggio assolutamente importante che richiedevamo ed aspettavamo da anni, una tassa tanto assurda da avere allo stesso tempo effetti pesanti sui cittadini e benefici quasi inesistenti per le casse pubbliche

  • ...
Luis Melendez Ospedale Medici Unsplash
  • ...

Così Gaudioso, segretario generale: “Aver deciso di eliminare il super ticket è un passaggio assolutamente importante che richiedevamo ed aspettavamo da anni, una tassa tanto assurda da avere allo stesso tempo effetti pesanti sui cittadini e benefici quasi inesistenti per le casse pubbliche

“Aver deciso di eliminare il super ticket è un passaggio assolutamente importante che richiedevamo ed aspettavamo da anni Una tassa tanto assurda da avere allo stesso tempo effetti pesanti sui cittadini e benefici quasi inesistenti per le casse pubbliche. Per questo ringraziamo sia il Ministro Speranza che il Governo che ha finalmente adottato questa scelta”. A dichiararlo è Antonio Gaudioso, segretario generale di Cittadinanzattiva. “Bisogna far di tutto”, ha continuato Gaudioso, “per garantire un accesso equo ed uniforme al servizio sanitario nazionale, questo è un primo passo che va nella giusta direzione. Il passo successivo sarà legare l’annunciato aumento delle risorse finanziarie, di cui pure siamo molto soddisfatti, ad indicatori che abbiano al centro i diritti dei cittadini. Dobbiamo garantire che le risorse non vengano sprecate e che siano usate per far sì che le grandi disuguaglianze che ci sono in questo Paese vengano ridotte in modo misurabile”.

“Altro importante passaggio è quello dedicato alle risorse per la disabilità”, ha quindi concluso Gaudioso.” Attendiamo di vedere il merito dei provvedimenti ma anche questo è un passaggio importante per un paese che deve avere cittadini con la stessa possibilità di esigere i propri diritti e di esercitare i propri doveri indipendentemente dal codice di avviamento postale di residenza o dalle proprie condizioni di salute”.

Contenuti correlati