Money 2696219 1920
Agenzie sovranazionali

Cassa depositi e prestiti accreditata al "Green Climate Fund"

15 Novembre Nov 2019 1437 15 novembre 2019
  • ...

È la prima Istituzione finanziaria italiana ad avere accesso alle risorse del fondo globale delle Nazioni Unite per investimenti green nei Paesi in via di sviluppo. Il Gcf è stato istituito nel 2010 dai 194 Paesi che hanno aderito alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ha l’obiettivo di promuovere la transizione verso un modello di sviluppo resiliente, sostenibile e a bassa emissione di carbonio

La Cassa Depositi e Prestiti ha ottenuto l’accreditamento al Green Climate Fund (Gcf), il fondo globale promosso dalle Nazioni Unite che punta a favorire la realizzazione di investimenti per la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici nei Paesi in via di sviluppo (Pvs).
Cdp è la prima istituzione finanziaria italiana che può accedere alle risorse messe a disposizione del Gcf, che verranno utilizzate per rafforzare ulteriormente la propria attività nel campo della cooperazione internazionale, a supporto di progetti sostenibili.

In qualità di Istituzione Finanziaria per la Cooperazione allo Sviluppo, infatti, Cdp ha già implementato una serie di iniziative volte al finanziamento di progetti nei Pvs, grazie ad un efficiente blending finanziario tra risorse pubbliche (nazionali ed europee) e risorse private.
Queste iniziative sono in particolare dedicate al sostegno di Stati sovrani e di Istituzioni Finanziarie Multilaterali e Internazionali di sviluppo nonché alla promozione degli investimenti del settore privato nelle economie emergenti.

Il Gcf, istituito nel 2010 dai 194 Paesi che hanno aderito alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, ha l’obiettivo di promuovere la transizione verso un modello di sviluppo resiliente, sostenibile e a bassa emissione di carbonio. Dopo la firma degli Accordi di Parigi sul clima (Cop21), il Gcf ha assunto un ruolo ancora più centrale nell’ambito dell’agenda globale sul clima.

Ad oggi, l’Italia è il settimo Paese contributore del Gcf ed è rappresentata nel Board dal ministero dell’Economia e delle Finanze con il supporto del ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Il Fondo ha una dotazione di 10,3 miliardi di dollari e ha già impegnati circa 5,2 miliardi a fronte di investimenti complessivamente sostenuti pari a 18,7 miliardi (considerando anche il contributo dei co- finanziatori). Le istituzioni finanziarie accreditata al Gcf sono 89, tra le principali Istituzioni e Agenzie di Sviluppo multilaterali - Banca Mondiale, Banca interamericana di Sviluppo, Asian Development Bank - e nazionali - la tedesca Kfw e la francese Afd. Da oggi anche Cdp fa parte della “Gcf Family”

Contenuti correlati