Banca Aletti Cesvi
Cesvi

Cesvi e Banca Aletti insieme a tutela dell'infanzia

30 Novembre Nov 2019 1303 30 novembre 2019
  • ...

Il progetto che vede coinvolte le città di Bergamo, Napoli, Roma, Rieti e Bari prevede un percorso a tutela di minori e ragazzi vittime di abusi e trascuratezza offrendo un’alternativa grazie anche al supporto delle famiglie

Banca Aletti, la Banca di Private Banking e Wealth Management del Gruppo Banco Bpm, sostiene il programma Cesvi a tutela e protezione dell’infanzia. Un importante progetto che vede coinvolte le città di Bergamo, Napoli, Roma, Rieti e Bari, che prevede un percorso a tutela di minori e ragazzi vittime di abusi e trascuratezza offrendo un’alternativa e permettendo di trovare, grazie al supporto anche alle loro famiglie, benessere psicofisico e stimoli per realizzare la proprie aspettative.

L’impegno di Banca Aletti nel sostenere questo tipo di programmi trova origine in una lunga tradizione di attenzione alle tematiche sociali, storicamente importanti per lo stesso Banco Bpm, nella convinzione che azioni di assistenza e gestione di problematiche legate alla crescita e alla formazione delle nuove generazioni rappresentino un primo traguardo nella costruzione di una società civile più equilibrata ed evoluta.

Banca Aletti, forte di esperienza e specializzazioni affinate nel tempo e grazie al perimetro del terzo Gruppo bancario nazionale, com’è Banco Bpm, vuole essere il punto di riferimento anche per quanti, privati e aziende, pur con specifiche esigenze di conservazione e valorizzazione dei patrimoni, esprimono un profondo attaccamento alle proprie radici e avvertono, come pressante, il dovere sociale di assumersi la responsabilità delle ricadute delle proprie scelte di investimento.

«​Affiancare Cesvi in questo progetto di child protection – ha dichiarato Alessandro Varaldo, amministratore delegato di Banca Aletti - rappresenta l’occasione per ribadire l’attenzione a tutte quelle situazioni in cui la creazione di valore passa per l’interpretazione dei bisogni e delle esigenze, soprattutto quando queste riguardano la possibilità di intervenire per costruire una cultura del fare che è alla base di ogni impresa economica che voglia sottrarsi alla mera logica speculativa».

L’importanza di questo ambizioso intervento di Cesvi, che forte della costruzione di tante Case del Sorriso nel mondo ha voluto applicare la propria esperienza anche in Italia, risiede soprattutto nel lavorare in prevenzione e con azioni integrate e interdisciplinari che aiutino i ragazzi e i bambini e individuare e coltivare le proprie aspirazioni come trampolino per un futuro miglioramento della loro condizione.

«Cesvi crede fermamente che ogni bambino abbia diritto ad un’infanzia piena e felice.Il nostro obiettivo, anche con l’aiuto di importanti partner come Banca Aletti, è quello di espandere la rete e i servizi su tutto il territorio nazionale», conclude Gloria Zavatta, presidente della fondazione di Bergamo.

Credit photo: Roger Lo Guarro