Iniziative

A Natale arrivano i "Passi Sospesi"

9 Dicembre Dic 2019 1045 09 dicembre 2019

Il progetto consentirà a chiunque di regalare una parte di un viaggio a piedi a chi non può permetterselo per intero. «Il caffè e la lettura non sono beni di prima necessità, si può vivere anche senza, ma arricchiscono la vita e la giornata di una persona», spiega Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini, «così si può anche vivere senza il cammino, ma chi può farlo ha la vita cambiata»

  • ...
Compagnia Dei Cammini 2
  • ...

Il progetto consentirà a chiunque di regalare una parte di un viaggio a piedi a chi non può permetterselo per intero. «Il caffè e la lettura non sono beni di prima necessità, si può vivere anche senza, ma arricchiscono la vita e la giornata di una persona», spiega Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini, «così si può anche vivere senza il cammino, ma chi può farlo ha la vita cambiata»

C’è chi a Napoli lascia un caffè “sospeso” ovvero pagato per chi viene dopo e non può permetterselo, chi invece lascia un libro pagato per chi desidera leggere e ha pochi soldi…E chi invece, da oggi, potrà regalare “passi sospesi”, a chi non può permettersi il costo di un intero viaggio a piedi ma può essere sostenuto nel suo desiderio di fare un cammino da chi comprende l’importanza di questa esperienza e intende regalarla ad uno sconosciuto.

Nascono così i “Passi Sospesi”, l’iniziativa solidale della Compagnia dei Cammini - associazione non profit che promuove la cultura del camminare - che, a partire da Natale 2019, consentirà a chiunque di regalare una parte di un viaggio a piedi a chi non può permetterselo per intero. L’iniziativa funziona così: si versano 10 euro in forma anonima per ogni “passo sospeso” che finiscono in un fondo cassa a cui possono chiedere di attingere persone che vorrebbero viaggiare con la Compagnia (studenti, disoccupati, ecc.) ma che non possono permettersi di pagare l’intera quota. I “passi sospesi” non coprono il costo dell’intero viaggio ma aiutano ad arrivare al budget: se il viaggio costa 300 euro, ad esempio, si può avere un contributo di 5-10 “passi sospesi”, e così potersi permettere un cammino troppo costoso per alcuni.

“Il caffè e la lettura non sono beni di prima necessità, si può vivere anche senza, ma arricchiscono la vita e la giornata di una persona- spiega Luca Gianotti, coordinatore della Compagnia dei Cammini -. Così si può anche vivere senza il cammino, ma chi può farlo ha la vita cambiata! Siccome pensiamo che il camminare faccia bene, istituiamo l’idea dei Passi sospesi. Fare un regalo solidale a Natale è sempre una buona idea, farlo pensando di poter aiutare qualcuno a fare qualcosa di bello ancora di più.”

Per lasciare un “passo sospeso” è sufficiente andare sulla pagina dedicata del sito della Compagnia dei Cammini (https://www.cammini.eu/blog/regaliamo-passi-sospesi), fare un bonifico ad hoc oppure, nel momento dell’iscrizione ad un viaggio, aggiungere la quota di qualche passo sospeso specificandolo nella causale. Per utilizzare, invece, i passi solidali bisogna farne richiesta compilando il form disponibile nella stessa pagina e specificando il motivo della richiesta e il viaggio a cui si è interessati. Sia la donazione che la richiesta resteranno assolutamente anonimi.