Girl Lisa Runnels From Pixabay
Aibi

Dentatalità, Griffini: «Disinteresse verso adozione in questo contesto è gravissimo»

12 Febbraio Feb 2020 1644 12 febbraio 2020
  • ...

Il presidente di Amici dei Bambini: «Per combattere l'inverno demografico le famiglie ci sarebbero, i fondi pure, i bambini anche. Cosa manca? La volontà politica!»

«I dati Istat sulla impressionante crisi demografica che ha investito l’Italia parlano chiaro. E, di fronte a circa tre milioni di coppie sposate sterili, la cui unica possibilità per divenire genitori è quella del percorso adottivo, il disinteresse dei Governi in carica dal 2011 per l’adozione internazionale è davvero gravissimo». Lo dichiara Marco Griffini, presidente di Ai.Bi. – Amici dei Bambini, organizzazione nata oltre trent’anni fa da un movimento di famiglie adottive e affidatarie che ha come scopo principale la lotta all’abbandono minorile, in Italia e nel mondo.

Secondo l’Istituto di Statistica il 2019 è stato l’anno peggiore in termini di denatalità per l’Italia: non solo si è registrato il minor numero di nascite dall’Unità nazionale (appena 435mila), ma il ricambio naturale è stato anche il più basso degli ultimi 102 anni, con una flessione di 116mila abitanti in dodici mesi.

«Un’ecatombe demografica a fronte della quale l’adozione internazionale avrebbe potuto essere un argine», spiega Griffini. «Il totale disinteresse dello Stato per l’adozione internazionale, certificato dalla vicenda dei fondi stanziati e poi non spesi: ricordiamo infatti come, dal 2013 al 2017, siano stati stanziati, tra il Fondo per il sostegno alle adozioni internazionali e quello per le attività di cooperazione a sostegno dell’adozione internazionale, 101 milioni di euro e ne sia stato impiegato solo il 10%. Questo disinteresse ha di fatto quasi distrutto un sistema capace solo otto anni fa di accogliere in Italia più di 4mila minori ogni anno. E non è questione di minore disponibilità di minori adottabili, anzi. Ogni settimana i 49 enti autorizzati in Italia ricevono dai vari Paesi schede relative a bambini dichiarati adottabili».

Il presidente di Aibi conclude: «Questo significa che per combattere la denatalità le famiglie ci sarebbero, i minori che invece una famiglia la cercano anche, i soldi pure. Cosa manca? La volontà politica!»

In apertura immagine by lisa runnels from Pixabay

Contenuti correlati