Markus Spiske Pastelli Scuola Unsplash
Cittadinanzattiva

La scuola italiana disegna la mobilità del futuro

12 Febbraio Feb 2020 1046 12 febbraio 2020
  • ...

Oltre duemila studenti iniziano un percorso formativo che avrà il suo apice nel contest per l’elaborazione del nuovo “Manifesto della Mobilità Sostenibile”

Inizia ufficialmente in 130 classi di 76 scuole italiane O.R.A. – Open Road Alliance, il progetto di Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva dedicato alla mobilità sostenibile. Gli istituti coinvolti, Scuole Secondarie di 2° grado, provengono dalle Città Metropolitane d’Italia: 64 hanno un indirizzo liceale, 41 un indirizzo tecnico, 25 un indirizzo professionale.

In totale, gli studenti che partecipano a O.R.A. - alunni frequentanti le classi terze nell’A.S. 2019/2020 - sono 2.665, guidati da 177 docenti referenti. Cominciano oggi un percorso che dalla terza alla quinta classe li vedrà impegnati sui temi della mobilità sostenibile con momenti informativi alternati a dibattiti, esperienze pratiche e confronti tra i partecipanti.

L’obiettivo di O.R.A., infatti, è promuovere una nuova cultura della mobilità, attraverso modelli di sostenibilità innovativi e la partecipazione attiva dei cittadini. In particolare proprio dei giovani delle scuole, che con O.R.A. diventano il luogo privilegiato per lo sviluppo di una riflessione che abbraccia i temi ambientali, la sicurezza, la condivisione dei mezzi, l’orientamento alla multimodalità, oltre che un approccio più sostenibile al mondo dei servizi pubblici locali. All’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore è stata affidata la misurazione di impatto dell’intero progetto in termini di aumento della conoscenza, cambiamento di attitudini e comportamenti per tutti gli studenti partecipanti.

La prima fase del percorso si svolgerà tra marzo e maggio 2020. I 30 laboratori in programma nelle città metropolitane vedranno un momento introduttivo sui temi del progetto partecipato dalle amministrazioni locali, seguito da un’analisi della mobilità nella sua dimensione sociale, economica e ambientale. Infine, una parte pratica impegnerà i ragazzi in un circuito di attività e prove simulate che farà loro affrontare situazioni di grande insicurezza sulla strada.

La seconda fase del progetto, tra settembre e ottobre 2020, attiverà i docenti referenti. Nella giornata formativa ad hoc a cui prenderanno parte verrà loro illustrato il kit di strumenti con i quali guideranno i ragazzi alla produzione di un elaborato multimediale, che ciascuna classe invierà ai responsabili di O.R.A. entro febbraio 2021.

I nove migliori elaborati, selezionati da un’apposita Commissione di valutazione, concorreranno a creare il “Manifesto della Mobilità Sostenibile”, che sarà poi presentato pubblicamente, in tutte le Città Metropolitane, all’inizio dell’anno scolastico 2021/2022, insieme alla premiazione delle classi vincitrici.

Il regolamento e maggiori informazioni sul progetto sono disponibili all’indirizzo https://progetto-ora.it/.

Contenuti correlati