Unknown 2
#Covid19

Pre triage, aeroporti e call center. Tutto l'impegno contro il virus dei volontari Anpas

11 Marzo Mar 2020 1718 11 marzo 2020
  • ...

Sono un esercito di mille persone, provenienti da 900 Pubbliche Assistenze, la forza messa in campo da Anpas in queste settimane coinvolti a livello nazionale nelle sale operative, nei call center e nelle unità di crisi delle Regioni

«La nostra attività di volontariato altamente professionalizzata continua proteggendoci con i dispositivi di protezione e rispettando #iorestoacasa e le indicazioni del Ministero della Salute», spiega Fabrizio Pregliasco, presidente nazionale Anpas.

Fabrizio Pregliasco

«Ci siamo come sempre anche in questa emergenza per aiutare come volontari e volontarie, operatori e operatrici di soccorso, di pubblica assistenza e di protezione civile».

I numeri dell'impegno di Anpas
A oltre un mese dall'inizio dell'impegno per contenere rischio sanitario proveniente dal contagio del coronavirus, alla protezione civile, i volontari 100mila volontari delle 900 pubbliche assistenze Anpas in tutta Italia sono stati coinvolti a livello nazionale nelle sale operative, nei call center e nelle unità di crisi delle Regioni, negli aeroporti, nell'allestimento delle tende per i pre-triage negli ospedali, con raccolte di medicinali e servizi alla persona.

Oltre alla condivisione dei vari protocolli con le aziende sanitarie locali, fin dall'inizio dell'emergenza Anpas è impegnata in un costante presidio di tutela della sicurezza e la salute dei volontari e degli operatori operatori attraverso formazione, anche a distanza, riguardante i dispositivi di protezione individuale.

«Le misure sono state ulteriormente rafforzate in questi giorni soprattutto per chi si trova o si è trovato nei pressi delle aree rosse e gialle», sottolinea il presidente, «Oltre ad essere un obbligo normativo, infatti, la tutela della sicurezza e la salute dei volontari è punto fondamentale delle attività promosse da Anpas».

Contenuti correlati