Aisla Mascherine
#Covid19

21mila le mascherine donate alle persone con Sla, Sma e Distrofie muscolari

8 Aprile Apr 2020 1601 08 aprile 2020
  • ...

Continua la campagna di raccolti fondi, #distantimavicini, lanciata da Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, Famiglie Sma e Uildm, Unione Lotta alla Distrofia Muscolare, che ha permesso di acquistare le mascherine che i volontari delle associazioni stanno distribuendo ai malati e alle loro famiglie in tutta Italia. Mercoledì 8 aprile nuova diretta Fb con Massimo Mauro

Pronte per la consegna in tutta Italia le 16mila mascherine chirurgiche che in questi giorni i volontari distribuiranno alle famiglie costrette a convivere con una malattia neuromuscolare. La distribuzione alle famiglie inizierà nel fine settimana e si aggiunge alle 5mila mascherine già distribuite in Campania. Un risultato ottenuto grazie alla campagna di raccolti fondi #distantimavicini - che Aisla, Famiglie Sma e Uildm hanno lanciato il 23 marzo scorso e che ha raccolto al momento donazioni per oltre 120mila euro.

Convinti che l’emergenza sanitaria che sta colpendo il nostro Paese necessiti di una risposta compatta e concreta, le tre associazioni nazionali hanno deciso di continuare a stare in prima linea, unendosi nel promuovere una raccolta fondi a sostegno dei Centri Clinici NeMO, centri specializzati nell’assistenza delle persone con malattie neuromuscolari, che in questi giorni stanno affrontando sforzi straordinari per continuare ad assistere i pazienti, proteggendoli il più possibile dal rischio del contagio.

La campagna #distantimavicini risponde a questa urgenza, raccontando sulla piattaforma di crowdfunding - direttamente raggiungibile dai siti ufficiali delle tre associazioni (www.aisla.it; www.famigliesma.org, www.uildm.it) - il vissuto quotidiano degli operatori dei Centri NeMO e quello delle famiglie, supportate a distanza dai centri di ascolto delle associazioni e dai centri stessi, che si sono riorganizzati per assicurare anche a distanza il consulto con gli specialisti. Uno sforzo straordinario che dimostra come, proprio i soggetti più fragili, quelli che maggiormente stanno subendo gli effetti della pandemia, si uniscono con determinazione intorno ai propri luoghi di cura.

Dopo il gradimento ottenuto la scorsa settimana con Neri Marcorè, il live Facebook condotto da Massimo Mauro torna oggi, mercoledì 8 aprile alle ore 18 e sarà la volta di Claudio Arrigoni, giornalista della Gazzetta dello Sport e del Corriere della Sera, e del giovane cantautore Pietro Brunello.
Con l’hashtag #distrattimavicini, la diretta sarà visibile sulla pagina Facebook di Aisla.
Racconti ed esibizioni musicali si alterneranno alle storie di vita e agli interventi di Massimo Mauro, presidente di Aisla, Alberto Fontana, presidente dei Centri Clinici NeMO, Daniela Lauro, presidente di Famiglie Sma. «Con loro si parlerà di volontariato, perché l’unico merito che possiamo riconoscere al virus è quello di averci fatto riscoprire il valore della reciprocità». sottolinea Massimo Mauro.
Essere un volontario significa donare tempo, amore e cura verso il prossimo. Ma quando e perché si diventa volontari? A raccontarlo saranno Orazio Arena, presidente della sezione della Sicilia orientale di Aisla; Paola Biggio ed Elisa Ferrando dalla Casa Famiglia Uildm di Genova e Rosa Colosio, mamma di una bambina con Sma e volontaria di Famiglie Sma a Brescia.

I numeri ad oggi della campagna #distantimavicini

  • 15 giorni dall’apertura della piattaforma online
  • 122.000 euro raccolti
  • 21.000 mascherine chirurgiche in prossima distribuzione
  • 800 21 22 49: il numero verde attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 18 per entrare in contatto con i medici del Centro Clinico NeMO
  • 200 consulti clinici e gli interventi di assistenza a distanza nella prima settimana
  • 100 gli accessi agli ambulatori e videochat per il supporto psicologico a distanza
  • 100 chiamate al servizio di nurse coaching nelle ultime due settimane
  • 02.66982114: il numero del Centro di Ascolto Aisla che ha ricevuto tra febbraio e marzo oltre 1300 richieste di aiuto, consulenza e sostegno, quasi il triplo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso
  • 800.589738 è il Numero Verde Stella di Famiglie Sma
  • il Punto di ascolto Uildm gestito da un team di esperti psicologi. Per richiedere un colloquio sarà sufficiente inviare una e-mail all’indirizzo gruppopsicologi@uildm.it

Contenuti correlati